martedì, 18 febbraio 2020

Regione e Rfi accelerano sui lavori per raddoppio ferroviario Pa-Ct e Pa-Punta Raisi

Proseguono gli investimenti per migliorare il trasporto ferroviario in Sicilia. Nell’ambito della linea Palermo-Punta Raisi, Rfi ha consegnato i lavori per il prolungamento di via Francia, importante arteria stradale che, al termine degli interventi, collegherà l’omonima stazione del Passante a via Ugo La Malfa.

Il cantiere interesserà anche le aree limitrofe di via Monti Iblei, la cui galleria artificiale diventerà un’area sistemata a verde, tra pista ciclabile e percorsi pedonali, per un investimento complessivo di oltre un milione e mezzo di euro. Riaperta al traffico, contestualmente, anche via Monti Iblei, adesso con una carreggiata più ampia nel tratto da via De Gasperi a via Francia.

Per i lavori del Passante ferroviario di Palermo, già completati al 96%, attualmente sono in corso interventi per oltre 20 milioni di euro. Oltre al prolungamento di viale Francia e la sistemazione a verde della copertura della galleria di via Monti Iblei, cantieri in corso anche per la realizzazione della nuova Sottostazione elettrica di Tommaso Natale, delle opere civili nella galleria fra Notarbartolo e Francia, della nuova fermata di Capaci (via Kennedy), degli impianti per la sicurezza dei tunnel ferroviari e per l’integrazione degli impianti tecnologici della fermata Tommaso Natale.

Intanto si accelera sull’iter per il raddoppio ferroviario Palermo-Catania. “Abbiamo formalmente trasmesso da Rfi al Consiglio superiore dei Lavori pubblici, per l’approvazione, il progetto del secondo e del terzo lotto di questa grande opera, ovvero le tratte Catenanuova-Dittaino e Dittaino-Enna – ha annunciato il presidente della Regione Nello Musumeci -. Quando ci siamo insediati non avevamo trovato nulla, oggi possiamo, invece, dire che stiamo accelerando su lavori dal valore complessivo di oltre 800 milioni di euro”.

“Soltanto il raddoppio Bicocca-Catenanuova, già in costruzione – ha aggiunto l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone – potrà abbassare i tempi di percorrenza della Palermo-Catania di oltre 10 minuti. La nostra attenzione – conclude Falcone – è adesso già rivolta ai lotti fra Fiumetorto e Montemaggiore, progetti che invieremo al Consiglio superiore dei Lavori pubblici fra febbraio e marzo”.

 

News Correlate