domenica, 6 Dicembre 2020

Continuità territoriale estesa agli scali di Palermo e Catania?

“In Sicilia finalmente parte la continuità territoriale, una cosa ovvia che però così ovvia non è mai stata. È stata aggiudicata la gara e finalmente ci saranno tariffe giuste per i residenti, prezzi abbattuti per i giovani, gli anziani e le persone con disabilità”. Lo scrivono in una nota congiunta il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone e la senatrice di Iv, Valeria Sudano. “I primi voli – annunciano gli esponenti di Italia Viva – da Trapani verso Ancona, Perugia, Trieste, Brindisi, Napoli e Parma e viceversa, e da Comiso verso Roma e Milano e viceversa avranno un costo dei biglietti che oscillerà da un minimo di 30 euro a un massimo di 50 per giovani, studenti universitari, anziani, persone disabili e militari. Tariffe abbattute del 30% per i bambini da 2 a 12 anni non ancora compiuti e bagagli gratis”.

“È un piccolo passo – concludono Faraone e Sudano – adesso occorre estendere la misura agli scali di Palermo e Catania e allargare la platea dei beneficiari a tutti i cittadini. E poi ponte sullo Stretto e Alta velocità. La Sicilia deve tornare a volare”.

News Correlate