domenica, 11 Aprile 2021

Messina inaugura l’ecopass: tariffe da 1,50 a 8 euro

Non si paga dalle 22 alle 7 nei feriali e dalle 7 alle 22 nei festivi

Al via oggi a Messina l'ecopass e le zone a traffico limitato. Il ticket servirà per l'acceso e la circolazione di auto, autocarri, autobus, autotreni, ed autoarticolati, in transito, attraverso le banchine del porto, della rada S. Francesco e dell'approdo di Tremestieri. Le tariffe saranno di 1,50 euro per le auto; 5 euro per autocarri e bus; 8 euro per autotreni ed autoarticolati. Tutti i mezzi saranno esentati dal pagamento dell'ecopass nei giorni feriali, tra le 24 e le 7 del mattino, e nei giorni festivi, dalle 7 alle 22. Sono altresì esentati dal pagamento le auto condotte da residenti nelle province di Messina e Reggio Calabria, oltre ai mezzi delle forze armate, delle forze dell'ordine, dei vigili del fuoco e dei sevizi di soccorso, nonché i veicoli adibiti al servizio di disabili. L'ecopass è stato voluto dal sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, che ha sottoscritto il protocollo d'intesa, per un mese, con le società di navigazione dello Stretto: Rfi Spa del gruppo Ferrovie, Meridiano Lines, Terminal Tremestieri, Caronte e Tourist Spa. Le zone a traffico limitato comprenderanno il cosiddetto "serpentone", collegamento tra l'approdo dei traghetti della rada S. Francesco ed il viale della Libertà; la via san Raineri, all'uscita portuale del molo Norimberga, fino al cavalcavia; via Luigi Rizzo, all'uscita del molo Rizzo, nel tratto adiacente il piazzale Campo delle Vettovaglie; l'infrastruttura denominata "chiocciola", che collega l'approdo di Tremestieri e la rete stradale.  

News Correlate