domenica, 11 Aprile 2021

Viaggio indietro nel tempo sul treno storico da Palermo a Segesta

Calatafimi non vuol dire solo Segesta. In città è possibile visitare anche il campo di Battaglia dei Mille con l’imponente monumento storico, il museo risorgimentale, i ruderi del medievale castello Eufemio, il borgo antico con l’itinerario dei vicoli, il museo etno-antropologico, la sughereta di Angimbè e le terme segestane. L’occasione per visitare il territorio è data dal viaggio del 1° treno storico degli Elimi, in programma domenica 23 novembre.

Un momento di promozione del territorio, del turismo destagionalizzato e dell’utilizzo del mezzo ferroviario per raggiungere importanti mete culturali come il parco archeologico, per poi fare tappa nella città di Calatafimi Segesta, per percorrere l’itinerario dei vicoli, visitare il museo risorgimentale, il castello Eufemio e partecipare alla vetrina enogastronomica all’interno del all’ex convento San Francesco oggi museo etno-antropologico.

Il programma prevede partenza dalla stazione FS di Palermo Centrale alle 9; arrivo alle 11.30 alla Stazione di Segesta per trasferimento con bus presso il Parco Archeologico; alle 12.45 tappa a Calatafimi. Il ritorno è fissato alle 17 dalla Stazione di Calatafimi con arrivo a Palermo alle 19.30. Inoltre, sarà possibile visitare il treno storico presso la stazione FS di Calatafimi Segesta dalle 12 alle 17.

Il biglietto, che costa 20 euro per ogni stazione di partenza fino a Partinico e 10 euro per ogni stazione di partenza da Castellammare del Golfo, si può acquistare alla stazione di Palermo Centrale: scrivendo a prenotazioni@fondazionefs.it per gruppi oltre 8 persone; o rivolgendosi all’Agenzia Zingaro Viaggi, (tel. 393.4360211).

www.fondazionefs.it    

News Correlate