martedì, 3 Agosto 2021

Giorgio Palmucci a Travelexpo: il covid cambierà l’approccio al turismo

“Il turismo è stato bloccato per tanti mesi, ma non è finita, dobbiamo guardare al vaccino, unico modo per dimenticare la situazione che stiamo attraversando”. Lo  ha detto Giorgio Palmucci, presidente Enit intervenendo alla cerimonia di inaugurazione di Travelexpo, che si svolge fino a domenica 27 settembre al CDS Hotels Terrasini Città del Mare.

Palmucci si è detto felice di essere presente a Travelexpo: “dopo la quarantena e il lockdown, finalmente ci rivediamo per parlare di turismo e non virtualmente. Prima si parlava sempre tanto di turismo, ora servono misure vere e reali, come quelle del Recovery Fund per ripartire”.

“Il covid ci sta costringendo a rivedere l’approccio al turismo – ha aggiunto – e dunque anche l’offerta va rivista per adeguarla a questa situazione straordinaria che ci deve portare a innovare e migliorare accessibilità e sostenibilità del comparto. Nel 2019 eravamo arrivati a toccare i 440 mln di presenze, di cui il 50% stranieri e il 50% italiani e sempre l’anno scorso il Giappone ha ospitato il primo G20 del turismo a cui ho partecipato. Il problema da affrontare era l’overtourism: da Venezia a Kyoto le città d’arte del mondo stavano soffocando per il turismo, oggi il problema è riflettere sul turismo del futuro. Prima la cosa certa era che il fattore prezzo era dominante, ora è la sicurezza.

“Abbiamo fatto un sondaggio con l’Enit – ha poi raccontato – e abbiamo scoperto che quest’estate il 60% degli italiani ha fatto vacanza, il 97% è rimasto in Italia e oltre l’80% ha detto di essersi sentito sicuro anche in vacanza. Merito degli operatori che anche in questi mesi difficili hanno svolto il loro dovere. Tutti si sono rimboccati le maniche, le misure sono state rispettate, anche a costo di rendere ancora più difficile il compito di far quadrare i conti”.

News Correlate