Come diventare strutture active & sport friendly? webinar 18 e 22 giugno

Secondo le ultime indagini sulle vacanze pre-Covid 19, erano circa 30 milioni i cittadini europei che annualmente effettuavano un viaggio con l’esclusivo obiettivo di praticare il proprio sport preferito in vacanza. Il numero più grande di questa categoria di viaggiatori si muove per praticare il trekking e l’escursionismo a piedi: circa 15 milioni gli europei che annualmente percorrono sentieri e Cammini più o meno famosi nel mondo. Seguono, i cicloturisti, stimati nel Vecchio Continente in oltre 12 milioni. A questi vanno aggiunti gli altrettanti numerosi spostamenti turistici legati alla pratica dello sci, dell’equitazione, degli sport marini, dell’arrampicata sportiva e di tante altre discipline praticabili all’aria aperta. Oggi, tutti gli esperti di settore condividono l’opinione che “Cammini” e, in generale il desiderio di movimento e sport, coniugati con la ricerca di ambienti naturali incontaminati, rappresenteranno la principale motivazione di viaggio dei prossimi mesi.

Nel sud Italia e nel Mediterraneo in generale, sono però ancora poche le destinazioni attrezzate per intercettare adeguatamente questo segmento delle vacanze in crescita, economicamente molto appetibile. Ciò significa, che vi sono quindi ancora molti spazi per la destinazione Sicilia, sempre che le imprese e le località della Regione sappiano, ed in velocità, specializzarsi adeguatamente.

Con tale obiettivo è nata l’anno scorso, la RETE VACANZE OUTDOOR SICILIA che grazie ad un finanziamento a valere sulla Sottomisura 16.3 del PSR Sicilia 2014-2020, con il supporto tecnico di ASTES e della T&T s.r.l., sta promuovendo proprio in questi giorni un percorso formativo e di assistenza tecnica gratuita, rivolto a tutte le imprese dell’ospitalità alberghiera ed extralberghiera siciliane interessate a divenire active & sport friendly. I primi seminari di marketing di questo articolato percorso progettuale si svolgeranno nei prossimi giorni.

Il primo webinar in programma domani, giovedì 18 giugno, si focalizzerà sulle caratteristiche e sulle tendenze del turismo del trekking e dell’escursionismo a piedi, con un focus sull’identikit del turista-consumatore tipo. Nel corso del collegamento sono previsti, brevi ma significativi interventi anche da parte dei responsabili del CAI Sicilia, dell’Antica Trasversale Sicula e dei progetti Trek&Kids e Cammini Francescani in Sicilia.

Il secondo webinar, lunedì 22 giugno, si focalizzerà invece sugli elementi chiave, economici e di marketing, per la conoscenza e la migliore comprensione del mercato cicloturistico nazionale ed estero che anche in Sicilia continua a registrare elevati tassi di crescita. Anche in questo caso, l’incontro sarà ravvivato da incisive testimonianze da parte dei responsabili di Fiab Sicilia e del tour operator Sicicla.

Le imprese, alberghiere ed extra-alberghiere, interessate a partecipare ai webinar, possono iscriversi al progetto compilando il modulo informativo che si trova sul sito http://www.astes.it.

News Correlate