domenica, 20 Giugno 2021

Mille euro per un biglietto Roma-Palermo, caro-voli danneggia turismo siciliano

Mentre la Sicilia ci crede e punta sul turismo lanciando la seconda fase di SeeSicily, che da oggi consente a tutti i turisti italiani che decideranno di organizzare la propria vacanza in Sicilia di usufruire dei voucher gratuiti messi a disposizione grazie al progetto voluto dal governo regionale, scoppia ancora una volta il caso del caro voli. A sollevare la questione, proprio durante la conferenza stampa di presentazione del See Sicily, è stato il vice presidente della Regione, Gaetano Armao: “mi è arrivato un messaggio da un amico, dirigente Rai: voleva venire in Sicilia dal 29 al 31 maggio ma per due biglietti aerei da Roma a Palermo Alitalia ha chiesto 993,62 euro. Se si spendono mille euro per venire in Sicilia dopo un anno e mezzo di pandemia tutto quello che stiamo facendo per risollevare l’economia e il turismo è inutile”.

“E’ una vergogna, c’è un sistema che continua a penalizzare la Sicilia. Ci sono compagnie aeree che fanno cartello, è chiaro e lo dobbiamo dire. Gli spazi ci sono, l’offerta c’è ma le compagnie non vengono in Sicilia, a parte il periodo estivo. C’è una situazione che non quadra, il ministero deve verificare. I collegamenti da Palermo e Catania con Roma Milano sono le tratte più frequentate, nonostante questo ci sono hub liberi”, ha rimarcato l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina.

“Adesso – ha aggiunto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – siamo pronti per rilanciare il turismo grazie al progetto See Sicily che, finalmente, diventa pienamente operativo. Per promuovere la Sicilia, però, è necessario intervenire anche sui costi delle tariffe aree da e per l’isola. Questo vale sia per i turisti sia per i siciliani, per i quali avevamo avanzato al ministero dei Trasporti la richiesta di istituire le tariffe sociali. Aspettiamo ancora una risposta”.

Per visitare la Sicilia e usufrure delle offerte messe a disposizione basta cliccare sulla pagina www.visitsicily.info/seesicily e contattare uno dei 350 operatori convenzionati, fra agenzie di viaggio e tour operator elencati sul sito, per poter ricevere una notte gratis in più ogni due pernottamenti acquistati; inoltre, nel pacchetto SeeSicily sono incluse a titolo gratuito servizi aggiuntivi come escursioni, immersioni, servizi di guida o di accompagnamento, ingressi gratuiti nei “luoghi della cultura” e, da ottobre, sconti sui voli.

Prevista anche una campagna di comunicazione che andrà in onda sulle più importanti televisioni italiane, coprendo inoltre le maggiori testate nazionali e internazionali, i social e il web. Con Itaca, l’agenzia di Milano che ha supportato la Regione nella costruzione del Piano di comunicazione, sono stati girati i video promozionali in location evocative e rappresentative delle bellezze siciliane. Inoltre, testimonial tutti siciliani (Eleonora Abbagnato, i cantanti Colapesce e Dimartino, l’attrice Nicole Grimaudo e la ginnasta Carlotta Ferlito) inviteranno i turisti a venire in Sicilia.

“Questo è uno dei primi progetti che mi dà forza e carica per andare avanti, mi riporta nella mia città, nella mia terra. Dopo questo anno difficile di pandemia questa è una ripartenza per i giovani che hanno bisogno di rivedere bellezza, arte e cultura”, ha sottolineato l’etoile Eleonora Abbagnato.

Simona Pisanello, ceo di Itaca Comunicazione, si è occupata della realizzazione della campagna di comunicazione che partirà dal 6 giugno. “Passione, calore e creatività – ha spiegato – sono gli elementi della campagna, che gioca sulla semplice assonanza tra il nome del progetto SeeSicily e il claim Sì Sicily. Un concetto immediato, anche per un pubblico straniero, declinato su tutte le meraviglie dell’Isola: la natura, la cultura, l’arte e i sapori”.

News Correlate