giovedì, 26 Novembre 2020

See Sicily, le domande di adv e TO e le risposte del Dipartimento Turismo

La richiesta di chiarimenti da parte di agenti di viaggio e tour operator è una delle prime azioni individuate dalle 4 associazioni di categoria Federturismo Sicindustria, Fiavet Confcommercio, Assoviaggi Confesercenti e Maavi, per facilitare le operazioni di presentazione delle istanze al progetto See Sicily sia da parte delle imprese che da parte dell’Assessorato.

I quesiti che leggerete di seguito sono stati formulati dalle AdV e TO aderenti alle suddette associazioni. Alcuni possono apparire scontati ma in ogni caso può rivelarsi utile ogni ulteriore puntualizzazione per facilitare i procedimenti.

A tutti i quesiti Lucia Di Fatta, dirigente generale del Dipartimento Turismo, ha dato riscontro esprimendo ringraziamento ed apprezzamento per questo momento di confronto, nato in maniera informale – ha ricordato – ma che ha definito “sicuramente un momento utile di chiarimento sia per l’assessorato che per gli operatori”.

 

Alcuni utenti segnalano di non riuscire ad entrare nella piattaforma che genera il messaggio di “errore per partita IVA non riconosciuta”.

R. Le partite IVA sono quelle degli elenchi regionali. Per risolvere il problema si procede con il riallineamento dei dati. L’azienda può inviare una mail all’indirizzo voucherturismo@regione.sicilia.it

Ai fini della fatturazione dell’operatore all’Assessorato, quale sarà l’aliquota Iva da applicare? 22%, 10% o 74TER?
R. L’Assessorato non ha esigenze di ricevere le fatture con aliquote IVA specifiche; la tassazione normalmente applicata è quella dell’operatore che emette la fattura, in base al servizio reso (anche 74 ter).

È possibile inserire nel portale più servizi?
R. No, è impossibile perché abbiamo cercato di facilitare il nostro lavoro per problemi di tempi e il vostro lavoro quando dovrete vendere i servizi. L’idea è quella di un servizio complesso che preveda almeno due servizi e nello stesso tempo sia ben identificato in modo che ci sia molta chiarezza e semplicità quando poi sarà messo in vendita. Aprendo la piattaforma vedrete che è previsto un campo con la destinazione a cui voi dovrete aggiungere un titolo del tour e una brevissima  descrizione.

Il servizio offerto può essere il singolo transfer?
R. No. Bisogna inserire transfer e/o guida oltre ovviamente alla vista di una località, sito Unesco o altro luogo di interesse culturale, storico e naturalistico.

È previsto un numero massimo di partecipanti?
R. Non esiste un numero massimo, il numero sarà dettato dalla situazione emergenziale, ma nel momento in cui i tempi si normalizzeranno potremo avere i numeri standard delle escursioni.

Si possono calendarizzare le escursioni?
R. No, non è possibile. Le escursioni non possono essere legate ai giorni della settimana. L’utente finale avrà delle esigenze e il pacchetto sarà personalizzato per ciascuna esigenza.

Se viene richiesta una escursione con un voucher per sole due persone si deve fare?
R. Sì, anche per un solo soggetto. In genere si pensa che ci saranno più soggetti, ma si deve essere pronti perché tutto comunque deve essere parametrato anche per il singolo viaggiatore. Il costo dell’acquisto dell’escursione quantificato su una serie di parametri è veramente relativo alla singola persona.

È possibile avvalersi di guide, pulmini, ncc anche appoggiandosi ad altri operatori?
R. Si, per comporre le escursioni ci si può avvalere di servizi forniti da altri.

Si deve stipulare l’assicurazione per ogni escursione?
R. Sì, si devono applicare i procedimenti previsti dalla normativa vigente. È il lavoro ordinario di agenzia. Non ci sono regole differenti dalla situazione normale.

Per eventuale riprotezione si intende anche cambio data?
R. No. Se non lo può fare, l’agenzia deve cercare un altro fornitore, non può cambiare la data.

I porti crocieristici potranno utilizzare i voucher solo per i passeggeri di navi da crociera overnight o anche per crocieristi che devono ripartire in giornata?
R. Il progetto See Sicily è incardinato sull’offerta della gratuità di un pernottamento su tre  acquistati. Tutti i servizi offerti sono subordinati all’acquisto di voucher posti letto, dunque la crocieristica non c’entra.

Le escursioni possono essere di numero inferiore a 150, con importo superiore a 90 euro con l’aggiunta di servizi, sino a raggiungere il totale di 13.500 euro?
R. No, è impossibile per standard di servizio stabilito e il prezzo è immodificabile.

Attualmente è previsto il limite di 50 voucher, si può incrementare?
R. – In atto NO. È fissato il numero perché si riferisce ai posti letto messi a disposizione rapportati al numero degli operatori. Nel corso di vita del progetto, che durerà per due anni, se dovesse ritenersi necessario l’incremento sarà effettuato. I 50 voucher sono sui posti letto. Posso prenotare 50 voucher posti letto alla volta. Si opzionano i 50 posti letto e poi scelgono i servizi. Nel momento in cui saremo in fase attuativa, se dovessimo ritenere il numero di 50 un limite per gli operatori, lo possiamo modificare. È il primo progetto di questo tipo che viene portato avanti in Europa.

Quando le restrizioni saranno eliminate si potrà prenotare per gruppi maggiori di dieci?
R. Sì.

Il voucher del servizio di guida da quante persone può essere fruito?
R. Secondo limiti di legge ed usi e consuetudini.

Potete confermare che la fattura di vendita può essere intestata ad agenzia / operatore italiano o straniero e non esclusivamente direttamente al turista?
R. – Sì, la fattura può essere intestata ad agenzia ed operatori italiani o stranieri e non necessariamente al turista ma deve riportare i dati del turista destinatario finale del progetto.

Dal momento che la legge sui pacchetti di viaggio prevede che ogni responsabilità ricada sull’agenzia organizzatrice, ci sarebbe una sovrapposizione di responsabilità rispetto all’assistenza diretta al cliente, che nel bando relativo ai fornitori di escursioni è prevista in capo a questi ultimi. Potete chiarire?
R. Per noi le garanzie al turista sono nei limiti e nelle richieste di legge. Bisogna garantire nel migliore dei modi il turista. È un progetto di promozione del territorio, basta poco per farlo diventare un boomerang. Le tutele e le garanzie sono il normale sistema vigente per le agenzie di viaggio.

Non sarebbe più logico che l’assistenza fosse assegnata all’agenzia organizzatrice e non ai singoli fornitori di servizi di guida/escursione/diving, etc.?
R. L’idea è che tutti gli operatori diano il massimo al turista che riceverà i voucher. Il progetto è fatto con somme stanziate per la promozione del territorio, non sono somme per il sostegno alle imprese, ma risorse per promozione.

Riguardo agli obblighi dell’agenzia/tour operator relativi alla responsabilità su oneri conseguenti da eventuale azione giudiziaria da parte di terzi, occorre integrare il testo specificando che la responsabilità in capo al TO e all’AdV è circoscritta alla sola attività di creazione e organizzazione del pacchetto di viaggio e che i ‘terzi’ vengano qualificati come i diretti fruitori dei servizi medesimi?
R. Le garanzie e gli oneri sono quelli normali di legge. Quindi tutte le tutele sono quelle della normale tutela del turista.

Al fine di soddisfare l’impegno ‘alla divulgazione e l’attuazione delle azioni di informazione e comunicazione …’, vorremmo sapere se è previsto un logo o uno specifico marchio da utilizzare su tutte le comunicazioni relative all’iniziativa.
R. – Sì, stiamo costruendo un logo per dare una comunicazione uniforme al turista.

PER ULTERIORI CHIARIMENTI E/O VERIFICHE SI POSSONO CONSULTARE LE FAQ SU
https://seesicily.regione.sicilia.it

 

Le slide con le risposte ai quesiti da parte di Lucia di Fatta possono essere scaricate anche su questo pdf.

News Correlate