mercoledì, 12 Maggio 2021

Catania: Enac consegna a Sac la Certificazione europea

Anche per l’aeroporto di Catania arriva la Certificazione europea. L’Enac ha infatti consegnato ai vertici dello scalo il documento che, facendo riferimento a un complesso sistema di regole internazionali condivise dai paesi Ue, attesta la conversione della certificazione aeroportuale dalle norme nazionali a quelle comunitarie: di fatto assimila e uniforma i requisiti tecnici e le procedure amministrative dell’aeroporto agli standard europei condivisi dai Paesi dell’Unione.

Nel corso della cerimonia di consegna, Roberto Vergari della Direzione Centrale Enac, Vigilanza Tecnica, ha espresso soddisfazione per “lo sforzo fatto dalla Sac per individuare le figure professionali richieste dalla Certificazione Europea a garanzia dello sviluppo e che sono elemento propedeutico alla crescita in sicurezza dell’aeroporto. Una responsabilizzazione della società di gestione che diventa centrale nella funzionalità e nello sviluppo dell’aeroporto in sicurezza”.

“Esprimo apprezzamento – ha detto la presidente Sac, Daniela Baglieri – per l’ottimo lavoro di squadra portato a termine dalla nostra azienda in collaborazione con Enac. Un investimento, in termini di cultura organizzativa e qualità delle figure professionali, non meno importante e propedeutico di quelli che ci apprestiamo a realizzare per potenziare le infrastrutture”.

“Abbiamo adeguato le nostre procedure e infrastrutture di sicurezza ai parametri europei – ha aggiunto l’ad Nico Torrisi – investendo sull’organizzazione del lavoro e sulla qualificazione del personale, con risvolti positivi per la safety, aspetto che spesso non viene adeguatamente sottolineato – perché si parla di investimenti in quantità e qualità dei servizi aeroportuali – ma che riveste per noi tutti grandissima importanza. Oggi il nostro aeroporto è ancora più internazionale e al pari degli altri scali europei”.

“La certificazione 139 – ha concluso Antonio Palumbo, accountable manager di Sac – disciplina e uniforma in tutti gli scali europei le norme relative alla safety: quell’insieme di procedure che garantiscono la sicurezza di passeggeri e addetti aeroportuali, sia nelle fasi di movimentazione a terra degli aeromobili, sia in fase di volo. Nel caso di Fontanarossa oltre ad alcune previste modifiche ai processi di gestione, nel corso del prossimo anno, saranno realizzate alcune varianti infrastrutturali, già programmate, sempre per il miglioramento della safety aeroportuale”.

 

 

News Correlate