TESTMSL

Parte dalla Toscana un confronto sulla gestione delle dimore storiche

Parte dalla Toscana il confronto fra soprintendenze, studiosi e istituzioni sul tema delle dimore storiche, al fine di individuare un codice contemporaneo e condiviso con i professionisti del settore per la gestione, il mantenimento e la messa a norma dei beni vincolati. La prima iniziativa del ciclo di incontri promosso da Adsi si è tenuta a Firenze: la prossima è fissata per il 26 settembre.

“La Toscana è la prima regione a mettere in pratica questa idea”, ha detto Giacomo di Thiene, presidente nazionale Adsi, spiegando che è “fondamentale sviluppare un dialogo tra tutte le parti che devono contribuire alla conservazione e valorizzazione degli immobili storici: quindi le sovrintendenze, i professionisti, e anche le università per la formazione dei futuri architetti”.
Per Bernardo Gondi, presidente di Adsi Toscana, la ricerca dell’equilibrio fra conservazione e valorizzazione delle dimore “obbliga tutti gli operatori ad essere necessariamente sempre più aggiornati e informati sull’impiego delle nuove tecnologie, sulle regole e sui vincoli per eventuali nuove destinazioni dei locali e sulle opportunità offerte dai più recenti materiali e dalle innovative tecniche di restauro”.

News Correlate