domenica, 19 Settembre 2021

‘E via andare’, seconda serie per il format video dedicato alla Toscana

Tutto pronto per la seconda serie di ‘E via andare’, format di Fondazione Sistema Toscana che racconta le storie e i personaggi di piccoli borghi toscani lontani dalle classiche rotte del turismo. Condotto dalla giornalista di intoscana.it Simona Bellocci insieme al giornalista e scrittore Benedetto Ferrara, nasce come declinazione video del progetto regionale Toscana Ovunque Bella. Tra scorci di bellezza, prodotti tipici e vita vissuta, ‘E via andare’ unisce emozioni visive e racconti spontanei, lontani dalle classiche immagini patinate. La trasmissione nasce anche per generare un’interazione costante con il pubblico aperta ai suggerimenti raccolti sui social. All’invito lanciato lo scorso anno – ‘scegliete il vostro borgo del cuore e noi lo verremo a raccontare!’ – hanno già aderito in diversi tra Comuni, Ambiti e Associazioni. Le 18 puntate della prima serie hanno registrato un ottimo successo di pubblico ottenendo complessivamente quasi 440 mila visualizzazioni sui social e oltre un milione e 200 mila persone raggiunte su Facebook. Le prime due puntate della seconda serie saranno online rispettivamente venerdì 30 luglio e venerdì 6 agosto, la prima dedicata al Giglio, la seconda a Capraia.
“Con il format ‘E via andare’ FST si riconferma motore narrativo della Toscana oltre che riferimento per la comunicazione multimediale integrata – commenta il presidente della Regione, Eugenio Giani – Cultura, sostenibilità e cura del paesaggio sono le parole chiave della trasmissione che racconta l’altra faccia della Toscana, quella meno nota e lontana dai luoghi comuni. Una Toscana diffusa, un territorio fatto di tante storie che mettono in luce borghi e personaggi unici in una maniera del tutto originale”.
“FST prosegue il lavoro iniziato sul web con il progetto di crowd storytelling di Toscana Ovunque Bella, e lo fa grazie alla forza delle immagini video di ‘E via andare’ – dichiara il direttore di Fondazione Sistema Toscana, Francesco Palumbo – Anche nella seconda serie saranno i luoghi a parlare insieme ai volti e alle storie dei protagonisti in un racconto che parte sempre dall’ascolto del territorio. Puntiamo a superare i numeri di visualizzazioni già molto lusinghieri registrati nella a passata edizione”.
Oggi, venerdì 30 luglio 2021 sarà online la prima puntata della seconda serie, l’episodio sarà dedicato all’Isola del Giglio. Tra le esperienze più significative quelle di Flaminia Perez del Castillo proprietaria dell’hotel la Guardia, ex quartier generale delle operazioni di rimozione della Costa Concordia. A seguire, l’attrice e social media manager Gaia Rum parlerà dell’anima antica e rurale dell’isola spiegando la funzione dei palmenti per la conservazione e la maturazione del mosto. Altro personaggio centrale della puntata sarà Luigi Battigi, per una vita guardiano del Faro di Capel Rosso ora gestito dalle sorelle Veronica, Gilda e Viola Mura. Il Faro, struttura iconica dell’isola, è apparso nel film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino e, più di recente, si è rivisto nel videoclip del brano sanremese di Enrico Nigiotti “Nonno Hollywood”. Sull’isola emergono poi le storie di viticoltori eroici come Irene Carfagna. La sua azienda agricola, Altura, ha ottenuto da poco la Bandiera Verde della CIA.
La seconda puntata sarà online il 6 agosto e sarà dedicata all’affascinante Isola di Capraia. Tra i protagonisti anche la sindaca Maria Ida Bessi che farà da Cicerone mostrando alcuni gioielli dell’isola come la Biblioteca nella Torre cinquecentesca al porto e il Convento di Sant’Antonio che sarà oggetto di un progetto di rigenerazione urbana in chiave di green e blue economy. La puntata racconterà poi la storia dell’ex calciatore del Siviglia Tiberio Guarante, oggi cittadino illustre di Capraia, dei viticoltori eroici Francesco Cerri e Gianna Zito e del progetto di Alessandro Signorini che è riuscito a riportare le capre a Capraia e a produrre un formaggio oggi pluripremiato.
Le puntate sono visibili su Toscana Ovunque Bella e su intoscana.it. La diffusione avviene tramite la pagina Facebook  e sul canale YouTube di Visittuscany.com, e in crossposting anche sulla pagina Facebook di intoscana.it e su quella di Vetrina Toscana.

News Correlate