giovedì, 15 Aprile 2021

Firenze, per AIA presenze in calo del 15%

Il presidente Bechi si dice preoccupato in vista delle festività natalizie

Il turismo fiorentino soffre e ora chiede risposte sul futuro del settore. In una nota del presidente di AIA Federalberghi Firenze, Francesco Bechi si legge che “il calo medio di presenze si aggira attorno al 15% negli ultimi mesi, ed è destinato ad aggravarsi ulteriormente in occasione delle festività natalizie, secondo i primi dati delle prenotazioni, a cui si accompagna una flessione consistente sia del’indice di occupazione delle camere che del fatturato delle aziende del comparto alberghiero fiorentino. E se è vero che si tratta di una crisi che in larga parte ha motivi economici e congiunturali internazionali, questo non significa che possiamo limitarci ad attendere che la fase critica passi, senza intervenire. Perchè è chiaro che c’è bisogno di rilanciare la destinazione Firenze, differenziando l’offerta, come non e’ stato fatto finora, creando motivi di visita che vadano al di là del soggiorno culturale. Per questo – concluda la nota – chiediamo una riflessione congiunta tra enti locali e di promozione e associazioni di categoria che serva ad impostare un’azione concreta mirata alla valorizzazione di Firenze”.

News Correlate