giovedì, 21 Gennaio 2021

Turismo sostenibile, Toscana guida regioni Ue

A Firenze la prima riunione del network Necstour che riunisce 30 regioni

La Toscana guida il network delle regioni europee del turismo sostenibile. La rete, che si chiama Necstour e riunisce già una trentina di regioni di diversi paesi, è stata presentata ufficialmente dall’assessore regionale toscano Paolo Cocci alla Commissione europea. Necstour si presenta come il primo tentativo di un gruppo di regioni europee di attuare le indicazioni dell’Agenda europea per un turismo sostenibile e competitivo del 2007. La prima assemblea della rete, alla quale parteciperanno le oltre 30 regioni finora iscritte, è in programma a Firenze il 5 e 6 novembre prossimi, nel corso della settima edizione di Euromeeting.  “Oggi la globalizzazione – ha detto Cocchi – apre nuove opportunità per il turismo europeo, a patto però che questa identità non venga messa in discussione dall’aggressione dei flussi turistici, dei quali si prevede un aumento costante nei prossimi 20 anni”. Scongiurare i rischi derivanti dai milioni di turisti in più che si riverseranno sull’Europa nei prossimi anni significa, secondo l’assessore toscano, preservare gli equilibri ambientali e storici che costituiscono il valore aggiunto dell’offerta turistica europea. A Bruxelles Cocchi ha presentato anche "Vetrina Toscana", un marchio creato per valorizzare l’identità toscana grazie ad una rete di 200 botteghe alimentari e di 800 ristoranti capaci di coniugare tradizione e qualità e uniti dal motto "prodotto ieri ad un’ora da qui".

News Correlate