giovedì, 15 Aprile 2021

Assisi, il Fai recupera il bosco di San Francesco

Il bosco fino a oggi passa quasi sempre inosservato a 6 mln di turisti

I 60 ettari della Selva di San Francesco ad Assisi diventano patrimonio del Fondo Ambiente Italiano. Il bosco, grazie ad Intesa Sanpaolo, è stato acquisito dal Fai che si occuperà di recuperarlo e riqualificarlo. La Selva di San Francesco, con la sua storia lunga 800 anni, non è il primo bene paesaggistico su cui il Fai interviene. Il Fondo ha già recuperato il Giardino della Kolymbetra, nella Valle dei Templi ad Agrigento, la Baia Ieranto a Massa Lubrense davanti ai faraglioni di Capri e, nel suo genere di paesaggio ottocentesco, il Parco Villa Gregoriana a Tivoli. Al bosco dedicato al santo di Assisi si accede attraverso un portone che, sebbene si trovi nella piazza della Basilica superiore, passa perlopiù inosservato ai 6 milioni di turisti che ogni anno visitano la cittadina umbra. Il Fai, con questo intervento, vuole recuperare questo "sacro paesaggio" e restituirlo alla vista del turista. In quest’ottica stanno per partire i primi lavori di recupero, grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ha inserito il progetto nel documento programmatico triennale.
 

News Correlate