venerdì, 14 Maggio 2021

Faita-Confcommercio: stagione dura per i campeggi

Nel Trasimeno gli arrivi degli italiani sono diminuiti del 13%

Estate nera per i campeggi umbri. Lo dice un’indagine di Faita-Confcommercio che ha effettuato due diverse rilevazioni: una tra le strutture situate intorno al Trasimeno e una su quelle operanti nel resto del territorio regionale. Per quanto riguarda queste ultime, rilevato un calo del 2,5% negli arrivi e nelle presenze turistiche, che ha interessato sia il turismo straniero (-1,5%) che quello nazionale(-3%). In calo progressivo anche il dato relativo alla permanenza media: nel 2000 era di quindici giorni, mentre oggi di una settimana. Resta alta la percentuale di stranieri, che sono la stragrande maggioranza (76%) sul totale delle presenze, a conferma della predilezione per questa tipologia di vacanza negli altri paesi europei. Ancora più negativi i dati emersi dalla rilevazione tra i campeggi del Trasimeno, dove gli arrivi degli italiani sono diminuiti del 13% e quello degli stranieri del 4%. Per quanto riguarda le presenze, i turisti italiani hanno fatto segnalare un -16% e quelli stranieri un -2,3%. In calo molto sensibile anche il fatturato di queste imprese (-6%).

News Correlate