Orvieto, Federalberghi: segno meno nei primi 5 mesi

Secondo i dati della Regione -5,4% di presenze a Orvieto, Todi e Spoleto

Primi 5 mesi del 2007 insoddisfacenti per numero di presenze e afflusso turistico ad Orvieto: lo ha annunciato la Federalberghi del comprensorio.  I dati statistici del movimento turistico in Umbria divulgati nella regione in questi giorni dalla Regione ribaltano completamente ogni più rosea aspettativa: si parla di -5,4% di presenze solo a Orvieto, Todi e Spoleto, mentre gli altri comuni assistono ad una crescita che va da un +1,5% a un 26%."Il settore, già fortemente penalizzato dalle tasse sia locali che nazionali – afferma il presidente Federalberghi di Orvieto, Giuliano Portarena – deve fare i conti con problematiche diversificate che lentamente stanno portando al collasso numerose attività. La concorrenza agguerrita non potrà che portare ad abbassare gli standard dell’offerta per omologarsi a certi operatori a discapito di chi crede ancora nella professionalità dell’antica tradizione ricettiva della città. Anche prendendo da subito provvedimenti -continua Portarena – i primi effetti si vedrebbero solo nel 2009 e questo ci porta a concludere che anche il 2007 e il 2008 sono ormai persi per promuovere una seria comunicazione verso l’esterno, integrata ed efficace. Come protagonisti attivi del settore ci saremmo aspettati dalle istituzioni un raccordo e un incontro per valutare eventuali proposte al riguardo. Ci sembra che l’amministrazione continui a perseguire linee estranee alle reali esigenze della città."

News Correlate