Perle Alpi, luce verde da La Magdeleine per rafforzamento ente

Il Consiglio comunale di La Magdeleine ha approvato l’adesione all’eventuale fondazione del ‘Gect – Gruppo europeo di cooperazione territoriale Alpine Pearls a responsabilità limitata’. Si tratta dell’ente in cui nel prossimo autunno deciderà se trasformarsi, con la propria assemblea generale, l’associazione Alpine Pearls, che raggruppa le ‘Perle delle Alpi’: 17 località tra Italia, Svizzera, Germania, Slovenia e Austria, che puntano su un turismo sostenibile e la mobilità dolce. Un modo, spiega il sindaco, Edi Emilio Dujany, anche per “poter aderire più agevolmente ai progetti europei”.

Il Gect, si legge nella delibera del Consiglio comunale, è stato introdotto dall’UE come strumento per facilitare la collaborazione transnazionale a livello comunitario ed è dotato di personalità giuridica propria. Con questa trasformazione “il network Alpine pearls potrà essere sensibilmente rafforzato diventando un’istituzione ufficialmente riconosciuta a livello europeo”.

La Magdeleine costituisce una Perla delle Alpi insieme a Chamois dove, anticipa il primo cittadino, Remo Ducly, si discuterà dell’eventuale adesione al Gect in un prossimo Consiglio comunale, da fissare entro i primi giorni di agosto. L’altra Perla delle Alpi valdostana è Cogne.

News Correlate