domenica, 29 Novembre 2020

Unesco scrive a Comune Vicenza su rischi ville venete per AV

L’ufficio Unesco del Mibact scrive al Comune di Vicenza chiedendo informazioni sugli impatti che il progetto dell’Av può arrecare al sito patrimonio dell’umanità in territorio berico.   

La lettera, firmata da direttore dell’Ufficio Unesco del ministero Gianni Bonazzi, arriva dopo che una missiva di Francesca Leder, docente dell’Università di Ferrara e membro di Out (Osservatorio urbano-territoriale Vicenza), aveva segnalato il 30 dicembre scorso la “forte preoccupazione” destata dal progetto ferroviario promosso dal Comune di Vicenza, dalla Cciaa e sostenuto dal ministero delle Infrastrutture.   

Per la seconda volta gli uffici di Parigi dell’Unesco e quelli del Mibact sono stati interpellati e sollecitati perché si esprimessero sulla compatibilità di progetti della portata di quello relativo all’insediamento di Borgo Berga, ad un passo dalla Rotonda del Palladio e dal centro storico di Vicenza (prima segnalazione), e del tracciato dell’AV, con tutto il corredo di opere complementari (seconda segnalazione).

Opere che considerano necessaria la realizzazione di un tunnel carrabile che attraversa longitudinalmente Monte Berico, la collina che domina la città storica, per sbucare proprio sotto la Villa Valmarana ai Nani (universalmente nota per i suoi affreschi del Tiepolo).

News Correlate