lunedì, 2 Agosto 2021

A Padova tutto pronto per la prima Borsa del Turismo Religioso Internazionale

Dal 3 al 6 ottobre Padova ospiterà la 1^ Borsa del Turismo Religioso Internazionale (BTRI).
Alla BTRI parteciperanno circa 70 buyer insieme a circa 200 seller in rappresentanza dell’offerta turistica di tutte le regioni italiane e di molti Paesi europei.

L’inaugurazione avrà luogo il pomeriggio di sabato 3 ottobre con l’apertura dell’area espositiva nel Palazzo della Ragione e la presenza di circa 25 stand dedicati a enti pubblici, religiosi, associazioni e aziende, tutti visitabili gratuitamente fino alla chiusura della manifestazione.
Nei giorni successivi, oltre a fam trip e press tour dedicati alla scoperta di Padova e del territorio veneto, avranno luogo i due workshop B2B: ‘Across Veneto’, dove i protagonisti saranno gli operatori turistici veneti (lunedì 5 ottobre); BTRI ‘Italy and the World’, a cui parteciperanno seller italiani e stranieri (martedì 6 ottobre).

 “Padova, con la Basilica del Santo, è una delle più note e apprezzate mete del turismo religioso e la scelta della città veneta quale sede della BTRI appare un giusto riconoscimento a una destinazione che somma diverse componenti di questo segmento d’offerta turistica: luogo dello spirito e della fede, ma anche custode di un grande  patrimonio culturale, storico e artistico”, commenta Federico Caner, assessore regionale al Turismo e alle Attività Promozionali.

“Il prossimo Giubileo Straordinario 2015-2016 indetto da Papa Francesco sulla ‘Misericordia’  rappresenterà, oltre ai suoi valori spirituali e di fede, un importante fattore dinamico per lo sviluppo di nuovi flussi turistici legati al pellegrinaggio ed al turismo religioso italiano ed internazionale. In questo scenario, la BTRI si propone di offrire un’occasione di acquisto e di vendita delle realtà turistiche religiose, italiane ed internazionali, al mercato mondiale degli operatori (buyer e seller), realizzando un evento aperto, dinamico, in cui l’offerta religiosa nazionale si confronta con quella di altri Paesi e Continenti”, sottolinea Nicola Ucci, amministratore di Rete System Srl.

La Regione ha investito molto negli ultimi anni nel settore, ma i dati parlano di un movimento in continuo sviluppo: le presenze in Italia di questi flussi turistici ammontano a oltre 5,6 milioni, di cui il 60% stranieri.

“Dopo aver messo a sistema gli itinerari e i siti, proponendoli organicamente in ‘Across Veneto’, dobbiamo lavorare, in stretta collaborazione tra i tutti i protagonisti di questo segmento turistico, alla commercializzazione e alla vendita di un prodotto dalle potenzialità ancora in parte inesplorate e che potrà darci sicuramente grandi soddisfazioni”, conclude Caner.

www.btri.it 

News Correlate