martedì, 29 Novembre 2022

Jesolo, a settembre boom da introiti tassa soggiorno              

Un incremento in doppia cifra, è quello registrato dai contributi derivanti dall’imposta di soggiorno versata nel mese di settembre dalle attività ricettive di Jesolo (Venezia), la maggiore località balneare dell’Alto Adriatico.
Dall’1 al 30 settembre, il tributo ha portato nelle casse del Comune 881.738 euro, vale a dire il 13,7% in più di quanto era stato versato nel settembre 2019. Due anni fa, quando Jesolo conobbe un’ottima stagione in termini di arrivi e presenze, l’imposta di soggiorno aveva generato versamenti per un totale di 775.495 euro.
L’incremento tra gli incassi di settembre 2020 (645.918 euro) e settembre 2021 si attesta invece sul +16,71%.
Il dato complessivo sul dichiarato dell’imposta di soggiorno per i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre ha raggiunto la cifra di 4.842.488 euro, appena il 6,22% in meno rispetto alla stagione estiva 2019, quando il tributo generò 5.163.645 euro, potendo però contare anche sui versamenti di maggio (227.425 euro), che invece quest’anno sono stati sospesi per sostenere le attività ricettive di fronte alle ricadute economiche della pandemia.
Tra 2021 e 2020, quando invece la disapplicazione aveva riguardato il mese di giugno, si registra invece un incremento del 42,19%.

News Correlate