‘Dai Colli all’Adige’, GAL Patavino cerca videomaker per promuovere territorio

Dopo la fase di dialogo con il territorio grazie ai 3 incontri che hanno coinvolto i comuni del GAL Patavino, viene attivata la call per i giovani videomaker. Sono aperte le iscrizioni per partecipare al laboratorio ‘Video Service della ruralità’, uno dei tasselli del più ampio progetto #DaiColliall’Adige del GAL Patavino, il nuovo sistema di promozione del turismo rurale che coinvolge i 44 Comuni della provincia di Padova situati nell’area dei Colli Euganei e della Bassa Padovana.

Questa nuova fase dell’iniziativa – rivolta a giovani videomaker under 35 – prevede l’ideazione di alcuni soggetti finalizzati al racconto del territorio, che saranno il punto di partenza per la realizzazione dei video di promozione che verranno presentati a giugno di quest’anno.

L’obiettivo è quello di consolidare e arricchire l’esperienza già iniziata nel 2018 volta alla produzione di strumenti di comunicazione finalizzati alla promozione dell’area interessata dal progetto, grazie al coinvolgimento di un gruppo di giovani capaci di osservare e narrare il proprio territorio in maniera originale e creativa attraverso il mezzo audiovisivo.

La partecipazione al laboratorio è gratuita e aperta a giovani studenti, appassionati di cinema, registi, artisti, operatori e a tutti coloro che hanno dimestichezza con i mezzi audiovisivi.

I partecipanti saranno coinvolti in un processo ideativo/creativo di gruppo condotto da alcuni professionisti della produzione di audiovisiva e coordinati dal regista e documentarista padovano Marco Segato.

Gli incontri, un pomeriggio a settimana per 8 settimane, si terranno negli spazi di Villa Pisani a Monselice a partire da febbraio 2020. I partecipanti potranno inoltre prender parte alla fase successiva, che prevede la realizzazione pratica dei video progettati durante il laboratorio. Le riprese e il montaggio dei lavori si svolgeranno tra aprile e giugno 2020. Le iscrizioni si chiudono venerdì 7 febbraio.
I primi 3 videoclip realizzati nel 2018 sono visibili sul canale You Tube del GAL Patavino.

 

News Correlate