lunedì, 24 Giugno 2024

Valanga a Rigopiano, vandali violano sigilli per trafugare giochi da tavolo: arrestati

A cinque anni dalla valanga che a gennaio del 2017 uccise 29 persone, i resti dell’hotel Rigopiano di Farindola tornano meta di turismo del disastro. Ma oltre ai macabri selfie si aggiunge il furto di oggetti appartenuti all’hotel.
È il reato commesso due giovani, arrestati dai Carabinieri, per aver rubato dei giochi da tavolo.
I militari hanno così accertato che i due, dopo essersi introdotti nell’area, tuttora sotto sequestro e provvista di un circuito di videosorveglianza, avevano rovistato tra gli oggetti presenti nella sala biliardo asportando giochi da tavolo per poi scattarsi delle foto per immortalare il momento.   I due sono quindi stati arrestati per furto aggravato in concorso, oltre ad essere denunciati per violazione di sigilli.
La vicenda accende i riflettori sul fenomeno del turismo nero, che aveva già interessato l’area di Rigopiano. Ad aprile 2018, a poco più di un anno dalla tragedia, c’era stata una macabra Pasquetta tra le macerie del resort. Gruppi di amici, coppie, famiglie con bimbi e anziani al seguito avevano scelto di trascorrere il giorno di festa in quella zona, tra barbecue, pic-nic, partite a pallone, risate e schiamazzi. Anche in quell’occasione non è mancato chi aveva portato via dei pezzi di hotel, come fossero souvenir.

News Correlate