martedì, 29 Settembre 2020

A Matera il ‘palombaro lungo’ offre refrigerio ai turisti

A Matera i turisti troveranno refrigerio negli ambienti ipogei di piazza Vittorio Veneto, dove la temperatura, che scende sotto i 20 gradi, e l’acqua del “palombaro lungo”, l’antico serbatoio di acqua piovana e sorgiva, consentono di riprendere, con un altro spirito e freschezza, il tour cittadino sotto una calura che supera i 40 gradi.

L’ora preferita dai turisti per visitare gli ipogei su prenotazione è quella di punta, dalle 12 alle 15. Ma anche le altre fasce orarie del mattino e della sera, con bambini al seguito e amici a quattro zampe in braccio, non vengono trascurate. La scelta di un luogo fresco da secoli e con un sistema di condizionamento ‘naturale’ è motivato anche dalla suggestione e dal silenzio dei luoghi: il ‘palombaro lungo’ è posto a 16 m sotto la piazza, con una capienza di cinque milioni di metri cubi di acqua.
L’antico serbatoio è stato scavato dall’uomo e coibentato con coccio pesto. L’acqua stivata ora è alta appena un metro e con un fondo chiazzato da tante monetine lanciate dai turisti, con il tradizionale auspicio di ritornare. La voglia di refrigerio raggiunge altri ipogei prossimi a piazza Vittorio, come il grande ipogeo ‘Ergo Sum’ che conduce alla visita di una città sotterranea con la stratificazione storica di varie attività e insediamenti, e quelli dei giardini di Sant’Agostino del Sasso Barisano dove sono allestite alcune mostre d’arte.

News Correlate