sabato, 8 Maggio 2021

Federalberghi Calabria: nessuno fermi l’aeroporto

Caminiti: turismo senza aeroporto potrebbe chiudere i battenti

“Abbiamo le idee chiare in materia di turismo, l'aeroporto dello Stretto, promosso dalla Provincia e dal suo presidente, Giuseppe Raffa, non bisogna fermarlo. Sarebbe un controsenso, se accadesse, la comunità europea ha speso e continua a investire milioni di euro per stimolare il $ miglioramento dei servizi e la qualità dell'ospitalità turistico/alberghiera, fermando il decollo degli aeroporti calabresi, in primis quello reggino, sarebbe come declassarlo”. È quanto afferma Vittorio Caminiti, presidente di Federalberghi Calabria che continia: “il turismo d'élite è l'unico che in questo momento in qualche modo regge, e bloccare e non sostenere tutto quanto sta facendo l'amministrazione provinciale, sarebbe come togliere i mezzi per farci raggiungere, tutto ciò, se si avverasse, sarebbe pura follia. Il turismo, per la città Metropolitana, senza aeroporto, potrebbe chiudere i battenti, oltre il 60% dei clienti degli alberghi 4 e cinque stelle di Reggio, viaggiano in aereo. Chi pensava alla chiusura, o solo al ridimensionamento del traffico aeroportuale, ci avrebbe fatto pagare un prezzo troppo alto, che per prima ne avrebbe fatto le spese l'impresa alberghiera, e poi di conseguenza tutto il territorio reggino – ha aggiunto -Per la prima volta, si sono viste scelte coraggiose, come quelle del presidente Raffa e della Sogas. Per la prima volta, l'Amministrazione Provinciale, con la volontà di chi vuole veramente far crescere disinteressatamente il territorio e di conseguenza la comunità”.

 

News Correlate