sabato, 26 Settembre 2020

Ercolano mette in mostra alla Bmta i reperti dei depositi

Anche il Parco Archeologico di Ercolano sarà presente alla XX Bmta con uno stand condiviso con il MAV (il Museo Archeologico Virtuale) e con il Parco Nazionale del Vesuvio.

“È il chiaro messaggio per comunicare che il Parco e i suoi reperti devono essere sempre di più accessibili – commenta Francesco Sirano, direttore del Parco – Lo stand non è una mostra, è una promessa e insieme una sfida. L’anno prossimo, per il 280° anniversario dall’inizio degli scavi 1738-2018, prevedo che i reperti saranno usciti tutti dai depositi – continua – con un’esposizione diffusa per spingere l’intero territorio circostante l’area archeologica a riappropriarsi del patrimonio da decenni custodito nei depositi.

Non dimentico le sfide proprie del Parco, quelle di conservare e valorizzare le sue stesse peculiarità, fra tutte il fatto di essere l’unico luogo del mondo romano antico ad avere restituito materiale organico in grande quantità insieme a molti mobili di legno, perfettamente leggibili e apprezzabili ancorché carbonizzati. Ed è tra i miei principali obiettivi – conclude- di tirare fuori dall’oscurità, questa volta non della lava del vulcano ma dai magazzini, questi eccezionali reperti, peraltro tutti restaurati”.

News Correlate