domenica, 16 Maggio 2021

Il fumetto della principessa Primula per promuovere il Parco del Cilento

”Principessa, principessa! Nella notte un mostro informe, senza braccia e senza gambe è uscito dal fiume e si è avvicinato agli alberi avvelenandoli!”. Parte da qui la prima avventura di ‘Storie Facili – La Principessa Primula’, fumetto scritto e illustrato da Paco Desiato, già colorista per la Disney e autore della graphic novel Mammacqua, nato per raccontare bellezze ed eccellenze culturali, paesaggistiche e agroalimentari del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

”È un territorio straordinario, che ha bellezza, ricchezza della biodiversità e natura incontaminata con paesaggi unici e una cultura millenaria – ammette il presidente Tommaso Pellegrino – L’impegno dell’Ente Parco è quello di tutelarlo, valorizzarlo e promuoverlo. Ma tra gli obiettivi che ci siamo posti c’è anche quello di recuperare il senso di appartenenza, la conoscenza profonda di questi luoghi da parte delle persone che lo vivono quotidianamente. E non si può amare qualcosa se non lo si conosce”.
Da qui l’idea di rivolgersi ai più piccoli puntando su principi basilari come il rispetto e la tutela dell’ambiente.
Nasce così Storie Facili, collana edita in partnership con il Festival Napoli Comicon e la sua casa editrice, distribuito gratuitamente e anche in digitale sulla pagina Facebook ufficiale.
E soprattutto così nasce Primula, orecchie da Elfo, incarnato color clorofilla, capelli biondi e una saggezza innata. Per dimora ha un castello di piante su uno sperone affacciato sul Mediterraneo. Prima avventura sul tema dell’inquinamento, con il placido fiume trasformato in mostro rosso e famelico dalle sostanze tossiche scaricate abusivamente.
”Un modo semplice di guardare avanti immaginandoci un futuro migliore – prosegue Pellegrino – Raccontiamo ai giovanissimi, attraverso storie a fumetti facili e divertenti, la biodiversità, l’importanza di vivere in un’area protetta, di rispettare la natura e proteggerla dalle cattive pratiche umane. In questo modo formiamo, sensibilizziamo ed incuriosiamo una futura ed eccezionale popolazione di menti pensanti e cuori pulsanti”.

News Correlate