giovedì, 21 Gennaio 2021

La tassa di soggiorno si pagherà anche nel paese di ‘Benevenuti al Sud’

Dall’1 giugno anche a Castellabate, paese protagonista di ‘Benvenuti al Sud’, si pagherà la tassa di soggiorno. Ad assere interessate saranno tutte le strutture ricettive alberghiere, extralberghiere e all’aria aperta che ospiteranno turisti fino a un massimo di 6 pernottamenti consecutivi. Negli anni successivi la tassa sarà attiva dall’1 marzo al 31 ottobre.

Inizialmente, la tassa avrà delle decurtazioni al 50% per tutti i pernottamenti prenotati entro il 30 marzo. Previste alcune esenzioni ed agevolazioni per alcune categorie di turisti (minori under 16 anni, anziani over 75 anni e portatori di handicap e il loro accompagnatore).
Le tariffe, approvate con Delibera di Giunta, verranno applicate secondo criteri di gradualità in proporzione al prezzo del soggiorno e andranno da un massimo di 2,50 euro per gli hotel a 5 stelle, a 1,50 euro per i b&b, a 1 euro per le case vacanze.

“Una decisione condivisa con gli operatori del settore che darà l’opportunità all’Amministrazione di continuare nell’operazione di crescita del territorio puntando ad innalzare il livello qualitativo di uno dei settori economici primari per il nostro Comune. Investiremo il ricavato nel miglioramento del numero e della qualità dei servizi pubblici legati al settore turistico, compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, la promozione del territorio, l’incremento di manifestazioni e gli interventi di manutenzione di beni culturali e ambientali, ottimizzando di conseguenza anche l’esperienza dei visitatori che scelgono di soggiornare a Castellabate”, ha detto Luisa Maiuri, assessore al Turismo e alla Cultura.

News Correlate