TESTMSL

Ravenna, rush finale ‘Capitale Europea della Cultura’

La città ha dato il via a diverse iniziative in vista della candidatura

Il 20 settembre scadono i termini per il bando di partecipazione al titolo di 'Capitale Europea della Cultura 2019'. Ammontano ad una ventina le città che hanno annunciato la partecipazione e tra queste c'è anche Ravenna. Il Comune, già nel 2007, manifestò in l'interesse di candidarsi, con una lettera aperta del sindaco Fabrizio Matteucci al Governo e ai presidenti di Commissione e Parlamento europei. Quindi, fu costituito un comitato promotore presieduto dal senatore Sergio Zavoli e sostenuto da Regione Emilia-Romagna, Provincia, comuni ravennati e tutti i capoluoghi della Romagna.    
"La caratteristica del nostro lavoro in questi anni – dice Alberto Cassani, coordinatore di Ravenna2019 – è il coinvolgimento della popolazione nel preparare il dossier di candidatura, che interessa tutta la Romagna". Diverse le iniziative promosse da Ravenna2019, tra queste anche un appello che ha prodotto 400 idee, la nascita di un'associazione di volontari per gestire gli eventi, un concorso per le scuole premiato il 9 maggio, convegni con le altre aspiranti italiane, contatti con capitali europee della cultura e progetti per recuperare intere aree urbane, come l'ex-Darsena. 

News Correlate