lunedì, 25 Ottobre 2021

A Ravenna pronti per nuovo terminal crociere, lavori affidati a Royal Caribbean

Sarà la Rcl Cruses, società del colosso crocieristico Royal Caribbean, a costruire il nuovo terminal-crociere del Porto di Ravenna, a Porto Corsini. Nei giorni scorsi l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale ha aggiudicato alla Rcl Cruises l’appalto della gara europea per la concessione per il servizio di stazione marittima e la costruzione del nuovo terminal.
“Con l’aggiudicazione – spiega l’Autorità in una nota – si chiude un percorso iniziato nell’estate del 2020, quando la stessa Rcl Cruises aveva presentato la proposta di partenariato pubblico privato per la costruzione del nuovo terminal crociere e relativa concessione. In base al progetto, le strutture saranno inserite nel contesto del Nuovo Parco delle Dune che sarà realizzato dalla stessa Autorità e che prevede che lo scalo di Ravenna diventi un punto di inizio e fine crociera e non solo di transito, e che, a regime, il nuovo Terminal possa arrivare ad accogliere fino a 300.000 passeggeri l’anno. Nel dettaglio l’area, per una superficie complessiva di 12 ettari sarà concepita come un progetto in cui spazi di verde pubblico attrezzato e percorsi ciclo-pedonali si intrecciano a una serie di servizi e attrezzature a supporto dell’area del terminal crociere. Per questo l’Autorità ha ottenuto 30 milioni di euro dai fondi del Pnrr”
“Tra oggi e dopodomani si dà corso a interventi importantissimi – osserva nella nota Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna – che garantiranno al porto di Ravenna di essere competitivo a livello internazionale a livello economico e creeranno nuovi posti di lavoro, che era il nostro obiettivo prioritario. Ecco perché ritengo che Ravenna sia il porto di tutta l’Emilia-Romagna”.
Per Bonaccini si tratta di “un investimento strategico per la Regione e non solo. L’arrivo di centinaia di migliaia di turisti ci darà un vantaggio eccezionale e siamo pronti a lavorare insieme all’amministrazione e all’Autorità Portuale – che ringrazio alla pari di tutti i soggetti coinvolti – per risolvere le eventuali criticità che dovessero sorgere. Non si tratta di problemi, ma di opportunità per la crescita e lo sviluppo del territorio”.

News Correlate