martedì, 27 Ottobre 2020

Emilia-Romagna continua a conquistare i turisti, 2016 da record

Continua a crescere il turismo in Emilia Romagna che nel 2016 ha fatto registrare numeri da record, con 48,2 milioni di presenze (oltre 1 milione in più rispetto al 2015) e 10,2 milioni di arrivi, dati che crescono rispettivamente fino a 52 milioni di presenze e 11,7 milioni di arrivi tenendo conto delle nuove località che non rientravano nei prodotti turistici tradizionali, ma censiti dodici mesi fa dall’Osservatorio sul turismo regionale.  

A crescere è sia la clientela nazionale (+2,4% gli arrivi e +1,9% le presenze), sia quella internazionale (+1,3% e 2,7%, con particolare incremento dai Paesi di lingua tedesca); segni positivi anche per Riviera (+2,4% e 1,4%), città d’arte (+4% e 8,2%), Appennino (+2,6% e +4,5%) e il nuovo comparto della ‘Ceramic Land’ (+2,1% sia di arrivi sia di presenze).
In difficoltà invece il turismo termale, a causa di crisi aziendali nelle zone di Salsomaggiore, Porretta e Castrocaro.  

“Da dieci anni non si superavano i 50 milioni di presenze – dice Andrea Corsini, assessore regionale al Turismo – ma non ci accontentiamo dei risultati importanti degli ultimi due anni, presenziamo a tante fiere internazionali e nel 2017 saremo a Dubai nell’ottica di allargare i mercati internazionali di riferimento”.

“Sono numeri straordinari – aggiunge Stefano Bonaccini, presidente della Regione – che danno il senso del grande lavoro svolto fra istituzioni e imprenditori. Dobbiamo investire sempre di più su turismo  e cultura perché sono il nostro petrolio del futuro”.   

News Correlate