Un patto per lo sviluppo dell’Appennino

Si punta a promuovere il territorio tramite il turismo sostenibile

Attivare forme stabili di collaborazione per favorire lo sviluppo locale nel settore del turismo, la promozione del territorio e la conservazione della natura. E’ questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato dai presidenti del Parco regionale dell’Alto Appennino modenese (Parco del Frignano), Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e Parco regionale delle Valli del Parma e del Cedra (Parco dei Cento Laghi). Il protocollo d’intesa fra i tre parchi permetterà la realizzazione di azioni comuni sulla conservazione della natura e della biodiversità (con un servizio unico per la gestione faunistica), sulla definizione di progetti per la salvaguardia di razze animali autoctone, sulla promozione delle produzioni agro-alimentari locali e sull’utilizzo di strumenti per promuovere il turismo (partecipazione a fiere e manifestazioni, produzione di materiali cartacei e digitali, visite d’istruzione per giornalisti e insegnanti). L’accordo consentirà inoltre di agire uniti sulla valorizzazione del patrimonio culturale del territorio appenninico tosco-emiliano (attraverso attività di ricerca e organizzazione di eventi, realizzazioni di itinerari turistici e di percorsi interprovinciali in bicicletta, a cavallo, sugli sci), di candidarsi alla presentazione di idee, progetti e azioni per le iniziative comunitarie, nazionali e regionali a favore delle aree protette, di gestire il territorio attraverso il coordinamento degli strumenti di tutela. Notevole sarà anche la possibilità di condividere le risorse forestali, in vista di un potenziamento della conservazione e della valorizzazione dei prodotti secondari (funghi e prodotti del sottobosco) e di più efficaci iniziative per lo sviluppo sostenibile.

News Correlate