mercoledì, 22 Maggio 2024

Federalberghi, previsioni rosee per la Capitale ma molto dipende da Giubileo

Si è svolto all’Hotel Le Méridien Visconti Rome il convegno ‘Analisi della domanda turistica di Roma e del Lazio: i dati previsionali per il 2024 e per l’anno giubilare 2025’ organizzato dal Centro Studi di Federalberghi Roma. Riservato ai soli albergatori associati e moderato dal Presidente del Centro Studi di Federalberghi Roma Roberto Necci, l’incontro ha visto la partecipazione in veste di relatori del Presidente di Federalberghi Lazio e Vice Presidente di Federalberghi Roma Walter Pecoraro, del presidente del Convention Bureau  Roma e Lazio Onorio Rebecchini, della  Senior  Account Manager di STR Alina Minut e dell’Head of Market Analysis and Traffic Forecast di Aeroporti di Roma Diego Giannone.

“La partecipazione ha superato le aspettative, a testimonianza dell’interesse degli albergatori per una visione prospettica del nostro settore.  Nei prossimi mesi il Centro Studi moltiplicherà il proprio impegno nella mappatura e analisi dei dati della domanda, per continuare a fornire le indicazioni e gli aggiornamenti necessari a rendere moderna e strategica la proposta di accoglienza della Capitale anche in funzione del Giubileo”, ha detto il presidente del Centro Studi  Roberto Necci.

“Roma diventerà epicentro dell’attenzione mediatica globale,” ha detto Pecoraro. “Ma sarà decisivo farsi trovare  preparati:  una gigantesca opportunità di promozione  potrebbe altrimenti trasformarsi in boomerang d’immagine. In quest’ottica, la nostra Associazione è da tempo  impegnata nello stimolare l’amministrazione capitolina affinché siano realizzati  tutti gli interventi di riqualificazione della città previsti per ricevere l’attesa ondata di arrivi. Sulla base dell’esperienza del Giubileo del 2000, prevediamo inoltre che la vera esplosione della domanda turistica avverrà nei mesi seguenti l’evento: nel 2001 si stava configurando per Roma l’anno migliore di sempre, con un + 16% di presenze che fu tragicamente interrotto dagli attentati dell’11 settembre”, ha aggiunto residente di Federalberghi Lazio e Vice Presidente di Federalberghi Roma Walter Pecoraro.

Pecoraro ha commentato i dati forniti dagli altri relatori sottolineando  come, secondo le rilevazioni del Convention Bureau Roma e Lazio: “Roma si posizioni oggi come1ª destinazione congressuale in Italia e 14ª al mondo, guadagnando due posti rispetto all’anno precedente e trainando l’Italia al 3° posto mondiale. Altrettanto confortanti – ha detto – i dati forniti da STR in relazione alle prospettive turistiche della Capitale: il trimestre luglio/settembre 2024 vedrà  aumentare dell’8% il parametro KPI YoY, che unisce occupazione camere, tariffe e ricavi, ed è ancora  più importante, per quanto ci riguarda, il fatto che secondo le rilevazioni il trend positivo continuerà anche nel primo semestre 2025, anche se su percentuali più contenute”.

Buone notizie anche dal fronte Aeroporti di Roma.  “La domanda di trasporto aereo ha ripreso a correre – ha aggiunto Pecoraro – Il Leonardo da Vinci, che nel 2023 ha visto transitare oltre 40 milioni di passeggeri, si prepara a una Summer dinamica e positiva, in particolare dal Nord America. Il boom dei turisti e i flussi di traffico che si stanno registrando sono in linea con le previsioni e questo permette ad AdR di gestire al meglio il volume dei passeggeri in transito”.
Pecoraro si è infine soffermato sulle prospettive di sviluppo del Lazio legate all’Anno Santo: “Il successo del Giubileo non sarà fondamentale solo per la crescita di Roma, ma dell’intera regione. Per tutte le province le aspettative sono positive e la speranza è  di confermare, se non migliorare, i dati incrementali registrati durante e dopo il grande Anno Santo del 2000”.

News Correlate