mercoledì, 12 Maggio 2021

Fiavet Lazio: bene controlli polizia per frenare abusivismo

Costanzo: errori di pochi non devo offuscare correttezza totalità operatori turistici

“Esprimiamo soddisfazione e ringraziamo il Comandante dei vigili capitolini, Carlo Buttarelli, per i maggiori controlli effettuati nel centro di Roma per contrastare  il fenomeno dell’abusivismo e garantire la tutela del decoro urbano e dell’immagine della nostra città in un periodo che stima una  significativa presenza di turisti stranieri e non. Solo con continui controlli si possono debellare questi atteggiamenti che ogni giorno compromettono l’immagine della nostra città e destabilizzano il mercato turistico della Capitale”. Ad affermarlo Andrea Costanzo, presidente Fiavet Lazio Confcommercio, durante il dibattito di sulle segnalazioni di attività illegali colpiscono il comparto turistico.
“Non possiamo permetterci che gli errori di pochi offuschino la correttezza della quasi totalità degli operatori turistici. Il turismo su gomma è insostituibile per la Capitale ed è evidente che le esigenze e la gestione della mobilità e dell'ambiente in una città come Roma sono di difficilissima soluzione, ma il piano pullman non deve essere messo in discussione. La Fiavet Lazio sensibilizzerà sempre di più tutti gli operatori incoming affinché lavorino nel miglior modo possibile nel rispetto dei regolamenti vigenti”, ha aggiunto Costanzo.
Il Lazio si conferma destinazione privilegiata per gli stranieri anche se il budget di spesa pro-capite si è ridotto negli ultimi anni. I turisti stranieri provengono principalmente dai  paesi Bric e dagli Emirati Arabi. Secondo i dati dell'Osservatorio Incoming Fiavet Lazio gli arrivi su Roma e Lazio segnano una sostanziale stabilità rispetto all’anno scorso. L'incremento dei flussi dai paesi Bric (+25%) ha compensato la diminuzione delle presenze di turisti dall'area Euro, specialmente dalla Spagna con un calo del 20%. Stabile il mercato tedesco e inglese con un +7% per la Francia. I flussi dalla Cina registrano un +16%. Dati non brillanti dalla riviera pontina e dati più confortanti per l’entroterra per soggiorni negli agriturismi. Per quanto riguarda i dati di turisti crocieristi verso la città di Roma provenienti dal porto di Civitavecchia si registra aumento dei flussi che non è però evidenziabile a causa della mancata operatività della Concordia.
“La quasi totalità dei turisti – ha concluso Costanzo – ha evidenziato la carenza di segnalazioni in lingua inglese, oltreché la poca conoscenza della lingua nei gestori dei servizi in genere. Molto carente è risultata essere la rete e relativa segnaletica della Metropolitana della Capitale; carenze dovute soprattutto al cantiere dei lavori di ristrutturazione”.

 

News Correlate