mercoledì, 30 Settembre 2020

Lazio al top per visite stranieri

Sette: bisognerà puntare sulle infrastrutture per rilancio

Il Lazio è la regione italiana più gettonata per visitatori stranieri mentre Roma si conferma 'regina dei viaggi', concentrando il 90% delle visite di tutta la regione. Si tratta dei dati forniti dal centro Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, collegato al gruppo Intesa San Paolo, durante il convegno ‘Turismo per caso?’ organizzato dall'Ance Lazio Giovani. La ricerca evidenzia che il Lazio è al primo posto in Italia per peso percentuale dei flussi di turisti stranieri, è al 4° posto invece per presenza di turisti in genere.
Nel 2011 si sono registrati più di 10 milioni di arrivi e oltre 30 milioni di presenze. Questi dati fanno sì che il turismo produca nel Lazio il 4,9% del Pil. Negli ultimi 5 anni la domanda turistica ha avuto un andamento altalenante mentre tra il 2003 e il 2011 le strutture d'accoglienza sono salite nel Lazio più della media del centro Italia con un aumento dei posti letto del 2,5%. Protagoniste della crescita sono ste le case in affitto (+33,9% annuo), b&b (+14,6%) e agriturismi (+12,5%). Per gli alberghi, invece, l'aumento annuo si è fermato all'1,7%.  
“Per poter agganciare la ripresa che partirà dal turismo – ha commentato Giovani Lorenzo Sette, presidente di Ance Lazio – bisognerà puntare sulle infrastrutture. Il Lazio ha delle potenzialità enormi dal punto di vista storico e archeologico ma sconta un notevole ritardo sotto il profilo dei collegamenti. Chi arriva nella nostra regione finisce per limitarsi a visitare Roma mentre basterebbe riqualificare il sistema delle reti, lavorando sugli snodi di arrivo, porti e aeroporti, e riqualificare le strutture di accoglienza per consentire ai turisti di raggiungere altre località di grande valore naturalistico e culturale”.

 

 

News Correlate