domenica, 17 Ottobre 2021

Viterbo, nuovo sito e app per la città dei Papi

L’assessorato al Turismo di Viterbo si dota di un portale per promuovere le bellezze artistiche, gli appuntamenti e le iniziative nel capoluogo e lancia un’app per cellulari iOS e Android.
Il sito servirà per accedere alle informazioni sui monumenti attraverso codici qr presenti nella futura cartellonistica. Il portale ‘Viterbo città dei papi’ è sarà inaugurato ufficialmente i primi di maggio.
“Tutto nasce – ricorda Giacomo Barelli, assessore comunale alla Cultura- da un bando regionale cui l’amministrazione ha partecipato. Prevedeva un finanziamento dell’80% sul totale del progetto. Su 12mila euro, ne sono stati finanziati 10mila e 2mila li ha investiti direttamente il comune. Per la realizzazione, ci siamo rivolti al Consip. È stata scelta una ditta di Perugia specializzata nel settore che, oltre a realizzare il sito e le app, garantirà la necessaria formazione al personale del comune che aggiornerà il portale”.
A disposizione di chi utilizzerà sito o applicazioni, notizie aggiornate sulla ricettività a Viterbo, il tempo libero, le iniziative, una mappa interattiva, collegamenti con i principali social network, itinerari come Viterbo la città del cinema, chiese, fontane, santa Rosa e un banner che rimanda a Expo 2015.
“Il portale è in italiano e in inglese – aggiunge Barelli – ma sarà implementato con altre lingue, a partire dallo spagnolo. L’app per cellulari funzionerà sia online che offline e si collega alle altre iniziative cui stanno lavorando i miei colleghi per il centro storico, penso all’infomobilità e alla nuova cartellonistica per i turisti. Con il portale abbiamo già realizzato un archivio per i codici qr, una piattaforma che ci porta avanti con il lavoro e consente un risparmio economico. I turisti potranno accedere a informazioni in modo veloce – osserva  – ovviamente tanto il portale quanto le applicazioni andranno promozionate nella nostra città. Un modo per rendere più autonomi i visitatori stessi, che avranno uno strumento per muoversi in città, anche se magari arrivano in orari in cui l’ufficio del turismo è chiuso. Le applicazioni sono aperte 24 ore su 24”.

News Correlate