Sindacati chiedono di aprire porti liguri a navi Costa

“Chiediamo alle istituzioni di ricevere le navi Costa nei porti della nostra regione”. È la richiesta di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti della Liguria al ministro dei Trasporti, ai presidenti delle Autorità di sistema portuale, ai sindaci di Genova, Savona e La Spezia, al presidente della Regione e al prefetto con l’appello ‘Non abbandoniamo i marittimi italiani’. “Diverse navi sono attualmente attraccate in porti esteri oppure sono in navigazione e non possono ricevere la necessaria assistenza – dicono i segretari delle tre sigle sindacali – I porti della Liguria, in questo momento il porto di Genova, hanno la possibilità di farle attraccare e di permettere agli equipaggi di ricevere la dovuta assistenza”, sia per i marittimi italiani che quelli stranieri per aiutarli a tornare nei paesi di origine. “Ad oggi ci sono due navi da crociera battenti bandiera panamense (Msc Opera e Msc Splendida, ndr) attraccate in porto a Genova – ricordano – Siamo ben lieti che sia stato permesso loro di poter attraccare. Proprio per questo motivo chiediamo che possano farlo anche le navi del gruppo Costa crociere che oltre ad avere personale marittimo italiano, battono bandiera italiana”.

Le navi Costa che dovrebbero rientrare a casa ma ancora non hanno un porto di destinazione sono Deliziosa, Favolosa e Magica. La prima, partita per il giro del mondo, è attualmente nel Mar Rosso, con passeggeri ed equipaggio: dovrebbe tornare in Italia a fine mese, ma non si sa ancora in quale scalo. Favolosa e Magica sono nei Caraibi in attesa, con a bordo solo un equipaggio ridotto.

News Correlate