martedì, 28 Settembre 2021

Imperia, bilancio di capodanno in chiaroscuro

”Abbiamo previsto una riunione con l'assessore al commercio Fresia per fare il punto della situazione e ragionare sul 2014 – ha detto Sara Serafini, assessore al Turismo di Imperia – anche se un po' di gente in città io l'ho personalmente notata. È però impossibile riuscire a fare un commento senza dei dati precisi. Nei giorni scorsi abbiamo parlato di un Capodanno in 'chiaro scuro' per la città di Imperia a livello turistico, con alti e bassi, sia a livello qualitativo che quantitativo per il turismo. Al momento non arriva nessun commento sul piano istituzionale, in attesa di aver dati precisi sulle presenze negli alberghi ed una verifica delle presenze nelle 'seconde case' da parte dei proprietari. Mentre alcuni hanno lamentato la concorrenza di Sanremo, che ha attirato moltissimi imperiesi, con il concerto di Nek ed i fuochi d'artificio di mezzanotte”.
Secondo gli albergatori le presenze hanno tutto sommato retto, anche se alcune strutture se la sono cavata soprattutto con alcuni gruppi sportivi che arrivano dal Nord Europa, per praticare la vela. A Capodanno era impossibile trovare un posto negli alberghi, ma non sono mancate le critiche per lo spettacolo proposto in Calata Cuneo. Al contrario delle dichiarazioni dell'assessore Serafini gli operatori del settore sostengono che, in giro per la città c'era meno gente degli anni scorsi, ma la preoccupazione maggiore è indirizzata verso gennaio e febbraio, vero momento difficilissimo del turismo a livello globale sulla riviera di Ponente.

News Correlate