domenica, 20 Settembre 2020

Regione, intesa con Beghelli per Paesi Bandiera Arancione

L’obiettivo è ottimizzare consumi e promuovere salvaguardia ambientale

La Regione ha siglato un’intesa nazionale con il Gruppo Beghelli per ottimizzare i consumi energetici e migliorare l’assistenza domestica dei paesi Bandiera Arancione del Tci.
L'accordo punta a ottimizzare i consumi energetici e a favorire una maggiore sicurezza domestica e ha come obiettivo quello di fornire un concreto supporto ai comuni associati che intendono investire in tali settori, grazie a convenzioni che permetteranno loro di adottare le tecnologie proposte dal Gruppo Beghelli e usufruire dei relativi servizi di assistenza.
“Questa proposta è in linea con le politiche di sviluppo sostenibile che stiamo portando avanti. Ben vengano, dunque, le azioni concrete che i Paesi Arancioni cercano di attuare questa idea. Credo che l'accordo rientri tra le iniziative di questo genere, in quanto lavorare per il risparmio energetico è uno dei primi passi verso la salvaguardia ambientale e, di conseguenza, verso la promozione turistica dei nostri territori”, afferma Renata Briano, assessore all'Ambiente della Regione Liguria.
La Bandiera arancione è il marchio di qualità turistico ambientale del Touring Club Italiano rivolto alle piccole località dell'entroterra che si distinguono per un'offerta di eccellenza e un'accoglienza di qualità. In Liguria i paesi Bandiera Arancione sono 14: Sassello, Toirano e Castelvecchio di Rocca Barbena nel Savonese, Santo Stefano D'Aveto in provincia di Genova, Varese Ligure, Castelnuovo Magra, Brugnato e Pignone nello Spezzino, Dolceacqua, Apricale, Pigna, Triora e Seborga, in provincia di Imperia.

 

News Correlate