Toti: sostituiremo turisti stranieri con lombardi, piemontesi ed emiliani

“Sul turismo la nostra politica sarà quella di sostituire la domanda estera con quella interna. Anche questa, come tutte le crisi, può produrre opportunità”. É quanto ha affermato il governatore ligure Giovanni Toti.
“Questa estate mancheranno, specie nello Spezzino, i turisti dal Far East e dagli Usa, ma “di fronte all’impossibilità di intraprendere viaggi in luoghi lontani – ha detto Toti – la Liguria può rappresentare la risposta turistica soprattutto per i mercati interni di Lombardia, Piemonte ed Emilia, un bacino da 20 milioni di persone che hanno già una grande consuetudine a visitare la nostra regione: con le opportune politiche di sicurezza che abbiamo adottato penso sia possibile recuperare molta parte del nostro Pil turistico già a partire da giugno. La proposta interna dovrà fare leva sulla “valorizzazione dei nostri prodotti, come i vini e i vitigni delle Cinque Terre, includere l’entroterra e allungare il periodo turistico”.
Infine, Toti ha annunciato una “nuova campagna di promozione turistica che prenderà il via nei prossimi giorni”.

News Correlate