mercoledì, 27 Gennaio 2021

In Valtellina soluzioni sci-terme contro mancanza neve

Gli operatori turistici propongono delle offerte acchiappa-clienti

Grazie all'abbassamento delle temperature che hanno consentito l'entrata in azione dei cannoni per l'innevamento artificiale, lo scorso fine settimana hanno aperto i tracciati per lo sci di Bormio e Livigno e altre piste in Valtellina e Valchiavenna. Intanto, gli operatori turistici, per dare compattezza al manto, hanno varato alcune proposte acchiappa-clienti per fronteggiare gli effetti negativi della crisi economica. "A Bormio – spiega Andrea Quadrio, ad di Bagni Nuovi e Vecchi – gli sciatori, acquistando uno speciale skipass, hanno la possibilità di rilassarsi nelle acque termali, una volta terminata la giornata sugli sci. Senza costi aggiuntivi". "Manca la neve vera – dice Mauro Santelli, dell'hotel Baita Montana – e quindi non c'é l'atmosfera che fa tanto Natale. I clienti più numerosi, al momento, sono quelli che vengono qui per fare gli acquisti di Natale a prezzi più convenienti. Si fermeranno 2-3 giorni a cavallo del ponte di Sant'Ambrogio, non necessariamente per sciare. L'iniziativa introdotta nel tentativo di catturare gli indecisi è rappresentata dallo skipass-free: chi fa un soggiorno minimo di 4 giorni, negli alberghi convenzionati, ha diritto allo skipass gratuito".

News Correlate