mercoledì, 26 febbraio 2020

Symbola-Unioncamere, Milano capitale per occupazione e cultura

Milano capitale della cultura italiana, prima per incidenza della filiera in termini di valore aggiunto e occupazione. Anche la Lombardia è ai vertici del panorama culturale italiano, con più di 25,4 miliardi di euro e 365 mila addetti. A renderlo noto il Rapporto 2019 ‘Io sono cultura – l’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi’, elaborato da Fondazione Symbola e Unioncamere e presentato a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano.

L’area metropolitana di Milano è al primo posto nelle graduatorie provinciali per incidenza di ricchezza e occupazione prodotte dal settore cultura, con il 10,1% e il 10,3%. Il sistema produttivo culturale e creativo lombardo ha registrato, nel 2018, circa 25,4 miliardi di euro di valore aggiunto grazie all’impiego di oltre 365 mila addetti.
Milano è prima nella classifica delle province italiane che più producono ricchezza e occupazione con cultura e creatività. Importanti sono anche i legami tra cultura e turismo. La Lombardia è la prima regione per spesa turistica attivata dalla domanda di cultura (3,9 miliardi di euro) e quinta per incidenza della stessa sul totale della spesa culturale (47,6%, quasi 10 punti in più della media nazionale). Inoltre Milano è stata scelta per ospitare il World Cities Culture Summit 2020, come ha spiegato in conferenza stampa l’assessore alla Cultura del Comune, Filippo Del Corno. Tra le altre province lombarde, spiccano i risultati di Monza-Brianza, dodicesima per valore aggiunto (+6,2%) e decima per occupazione (+7,3%).

News Correlate