sabato, 22 Giugno 2024

Stipendi più alti per i lavoratori del turismo di Pesaro e Urbino

La Confcommercio di Pesaro e Urbino e le organizzazioni sindacali Filcams-CGIL, Fisascat-CISL E Uiltucs-UIL hanno firmato l’accordo territoriale per gli incentivi fiscali e contributivi, in applicazione della legge di stabilità 2014 che vincola il riconoscimento delle agevolazioni alle sole quote di reddito finalizzate ad  incrementare la produttività aziendale, la qualità, la competitività, la redditività, l’innovazione e l’efficienza. Questa intesa, prima a livello regionale, prevede che tutti i lavoratori delle aziende del terziario, del turismo e dei servizi della Provincia aderenti a Confcommercio e ai rispettivi Enti Bilaterali, avranno più salario netto in busta paga, in quanto le aziende applicheranno una tassazione del solo 10% per tutte le voci di retribuzione contenute nell’accordo.
“Si tratta – dice Amerigo Varotti, direttore provinciale di Confcommercio – di un accordo economicamente rilevante per l’economia della nostra Provincia. È stato fatto un lavoro di attenta elencazione di quanto possa essere effettivamente detassato. In questo modo le aziende aderenti al nostro sistema associativo avvicineranno il costo aziendale a quanto effettivamente percepito dai lavoratori i quali, quindi, avranno salari e retribuzioni più alte. È un accordo all’insegna della positività delle relazioni sindacali esistenti sul nostro territorio”. 

News Correlate