lunedì, 16 dicembre 2019

‘Itinerario Archeologico’, i tesori della provincia di Pesaro Urbino in rete grazie a Confcommercio

Dai Bronzi dorati di Pergola al Parco Archeologico di Fossombrone, dalla Domus del Mito di Sant’Angelo in Vado alle aree archeologiche di Colombarone e di via dell’Abbondanza a Pesaro. E ancora il Museo archeologico e della via Flaminia a Cagli, la Grotta Ipogeo a Piagge, i rinvenimenti archeologici a Tavernelle di Colli al Metauro. Per valorizzare questi tesori come meritano, Confcommercio Marche Nord-Pesaro Urbino ha deciso, insieme alle Amministrazioni comunali interessate, di metterli in rete realizzando l’Itinerario Archeologico nella Provincia di Pesaro Urbino. Un percorso di promozione turistica nell’ambito del progetto Itinerario della Bellezza, che sta riscuotendo tanto successo in tutto il mondo, creato dalla stessa associazione di categoria con il proprio TO Riviera Incoming.

Il nuovo itinerario è stato illustrato a Pesaro nella sede di Confcommercio e il 14 novembre sarà presentato a Paestum in occasione della Borsa del Turismo Archeologico di Paestum, alla presenza di ben 75 operatori internazionali.

Con il direttore Amerigo Varotti, sono intervenuti il vice Barabara Marcolini, il vicepresidente della Cciaa delle Marche Salvatore Giordano e gli amministratori del Comuni coinvolti: il presidente del consiglio comunale di Pesaro Marco Perugini, il sindaco di Sant’Angelo in Vado Giannalberto Luzi, il collega di Terre Roveresce Antonio Sebastianelli, il vicesindaco di Cagli Benilide Marini, l’assessore di Pergola Sabrina Santelli, quello di Fossombrone Gloria Mei e il collega di Colli al Metauro Andrea Giuliani.

“È al momento – ha esordito Varotti – l’ultimo itinerario di Confcommercio che va a completare l’Itinerario della Bellezza, il progetto complessivo di promozione e valorizzazione che mette in rete ben otto Comuni della nostra provincia. Una promozione a 360 gradi, nelle più importanti fiere turistiche del mondo, ma anche sul web, che sta dando ottimi risultati. Solo negli ultimi mesi siamo stati protagonisti di ben 18 eventi internazionali e in calendario ce ne sono tanti altri, da Paestum a Desenzano, da Berlino a Utrecht. Un lavoro straordinario per un progetto che si sta ampliando costantemente, tanto che entrerà nell’Itinerario della Bellezza anche Fano. E per il prossimo anno stiamo lavorando all’Itinerario dei luoghi della fede.

Dopo l’Itinerario Romantico, abbiamo pensato a un nuovo cluster perché la nostra provincia è ricchissima dal punto di vista archeologico – ha aggiunto Varotti – Questo itinerario non ha la presunzione di rappresentare l’intero ed immenso patrimonio del territorio. Si muove all’interno di un percorso, di una ‘rete’ che alcuni Comuni, con Confcommercio, hanno deciso di percorrere per valorizzare e promuovere il territorio, le proprie risorse ambientali, culturali, enogastronomiche e turistiche. Lo presenteremo a Paestum, dove gestiremo anche lo stand promozionale della Regione Marche, per poi farlo conoscere in tante altre fiere in tutto il mondo”.

News Correlate