domenica, 15 dicembre 2019

Le Marche scintillano di magia con ‘Il Natale che non ti aspetti’

Torna, dal 23 novembre 2019 fino all’Epifania 2020, per 7 settimane, ‘Il Natale che non ti aspetti’ l’evento più affascinante del centro Italia, capace di accogliere migliaia di visitatori e di riempire di atmosfera i borghi storici della provincia di Pesaro e Urbino nelle festività natalizie.

La manifestazione è coordinata dal Comitato Unpli di Pesaro e Urbino insieme alle pro loco locali, promossa in collaborazione con Regione Marche e Provincia di Pesaro e Urbino, si sta attestando come meta di viaggio delle vacanze invernali di migliaia di turisti (circa 300mila quelli dello scorso anno, 200 pullman arrivati da tutta Italia) alla ricerca di un racconto inedito e di valore tra le natalogie della tradizione marchigiana. Un format capace di collegare le iniziative proposte dai borghi arroccati tra le colline dell’entroterra marchigiana a quelle delle vivaci città affacciate sull’Adriatico.

‘Il Natale che non ti aspetti’ prenderà il via sabato 23 novembre con cinque, imperdibili eventi.

Candele a Candelara (fino al 15 dicembre), proporrà presepi, il divertimento per famiglie del Villaggio e dell’Officina di Babbo Natale, lo spettacolo degli artisti di strada e gli attesi spegnimenti programmati dell’energia elettrica che, per due volte al giorno, lasceranno il borgo illuminato dalla sola luce delle candele. Nello stesso weekend prenderà il via anche la festa ‘È Natale a Mombaroccio’ (fino all’8 dicembre), con il mercatino allestito di decine di tipiche casette in legno lungo le viuzze del borgo. Qui sarà possibile trovare il miglior artigianato artistico natalizio e visitare il Chiostro dei Sapori e le tipicità enogastronomiche. A far da cornice, la nevicata artificiale che scenderà sul borgo accompagnando la sfilata del presepe vivente.

A pochi km di distanza il borgo medievale di Gradara attenderà i visitatori con i mercatini dedicati all’artigianato made in Italy, eventi culturali e mostre nell’ambito de ‘Il Castello di Natale’ (fino al 6 gennaio). Da non perdere sempre dal 23 novembre ‘Nel Castello di Babbo Natale’: ambientato nel borgo medievale di pietra calcarea di Frontone, regalerà fino al 15 dicembre una suggestione unica. L’illuminazione del castello affacciato sullo scenario regalato dai 1701m del Monte Catria sarà capace di rapire gli sguardi di grandi e piccini.

‘Pesaro nel Cuore’ proporrà mercatini di artigianato artistico e natalizio, animazione per i più piccoli e canti di Natale e una spettacolare pista di pattinaggio a forma di cuore in piazza del Popolo.

“Il Natale che non ti aspetti” proseguirà il weekend successivo, con le iniziative in programma fino all’Epifania.

Un villaggio con mercatini e una programmazione che si concluderà con la ‘Befana in Piazza’ il 6 gennaio 2020 è quello che attende i visitatori che parteciperanno agli eventi di Fano (‘Il Natale più’). Sarà un ‘Magico Natale’ a Fossombrone, l’antica Forum Sempronii regalerà occasioni di shopping da non lasciarsi sfuggire, la magia dell’Ufficio Postale di Babbo Natale, una nevicata “garantita” per tutte le festività e l’arrivo di Babbi Natale in canoa lungo le anse del Metauro.

Urbino tornerà a rapire il pubblico con la 19^ edizione de ‘Le Vie dei Presepi’ (dal 7 dicembre) un’occasione per conoscere la città rinascimentale e curiosare tra vie, palazzi e vicoli alla ricerca di decine di natività artistiche.

Chiude il calendario de ‘Il Natale che non ti aspetti’ dal 4 al 6 gennaio 2020 la Festa Nazionale della Befana di Urbania, con le sue 1.000 calze cucite a mano a colorare le viuzze del borgo, le 300 aiutanti della vecchina pronte a incontrare i piccini, una calza da record lunga oltre 50 m, canti, suoni e balli e la spettacolare discesa della Befana che planerà con la sua scopa, sulla folla presente nella piazza dell’antica Casteldurante, in un volo acrobatico di 36 m.

News Correlate