venerdì, 3 Dicembre 2021

Boom di presenze ad Ascoli nel mese di agosto

Sono soddisfatti gli operatori turistici e commerciali che, insieme agli amministratori, commentano i dati dell’attuale stagione. 

Dopo il boom della primavera e dell’inizio d’estate gli arrivi ad Ascoli nel mese di luglio avevano lasciato temere una battuta di arresto, invece, si sono registrati numeri da record per incassi e presenze, al punto che è lecito ipotizzare che questo agosto 2015 possa essere ricordato come il mese più fortunato del turismo ascolano.

“Sinora erano stati soprattutto gli italiani a visitare la città, ma adesso sono gli stranieri ad essere di più”, dice Emma Eugeni, operatrice del progetto della diocesi denominato ‘Chiese Aperte’.

“I tedeschi, gli olandesi e gli austriaci sono ancora a dettare legge, ma in questo straordinario agosto sono tantissimi anche i francesi, gli inglesi, con un sorprendente picco di ispanici” spiega Eugeni, affermando che l’arrivo di argentini e spagnoli ad Ascoli rappresenta una novità.

A sottolineare questo exploit sono i quasi 25 mila visitatori che sono stati registrati dall’1agosto ad presso il Battistero, che poi si spalmano negli itinerari del ‘Romanico’, circuito che vede tappe anche al Duomo, San Gregorio Magno, Santa Maria Intervineas, Santi Vincenzo e Anastasio, San Giacomo Apostolo e all’interno della cripta di San Vittore.

Inoltre, sono circa 2000 coloro che dalla fine di luglio hanno partecipato alle escursioni che presso i luoghi legati del culto di Sant’Emidio. 

News Correlate