venerdì, 17 Settembre 2021

Turismo e vie dei pellegrini, si parte dalle Marche

‘Ci rimettiamo in gioco’ è il nome del 3° Convegno dei direttori diocesani e degli operatori dello sport, turismo e tempo libero presentato in conferenza stampa da Mario Lusek, direttore Ufficio nazionale Cei Pastorale del Turismo, Sport e Tempo libero; Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona e Osimo e delegato CEM per la pastorale Turismo, Sport e Tempo libero; Gian Mario Spacca, presidente della Regione Marche; Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia. I 10 appuntamenti saranno divisi in 3 filoni d’interesse. Il primo riguarderà la tematica dei pellegrinaggi, dalle nuove e vecchie vie di pellegrinaggio, alla spiritualità della strada, fino a giungere agli itinerari religiosi legati ai santuari. Il secondo sarà incentrato sul turismo religioso con focus su esperienzae di lavoro in ambito turistico del progetto ‘Policoro’, realtà dell’ospitalità di carattere religioso e il nascente progetto dei ‘Parchi culturali ecclesiali’ che rappresenta una interessante sperimentazione di un sistema turistico religioso. Il terzo filone affronterà i temi dello sport ed il tempo libero con 4 appuntamenti per altrettante tematiche.
In questa cornice si inseriscono i 2 convegni che si svolgeranno nel territorio marchigiano. Il primo si terrà ad Ancona il 23 gennaio nella sede di Domus Stella Maris dal titolo ‘Lungo le strade della fede. Antiche e nuove Vie pellegrinaggio’. Lo scopo di questo incontro è riunire tutti i soggetti che a livello ecclesiale hanno promosso il recupero delle antiche ‘Vie di Pellegrinaggio’ o ne hanno individuato di nuove e che sono diventate risorse per la pastorale diocesana. Per le Marche in particolare sarà l’occasione per illustrare il lavoro fatto sulla ‘Via Lauretana’.
Il secondo appuntamento è previsto a Senigallia il 14 e 15 marzo alla Rotonda a mare dal titolo ‘I parchi culturali ecclesiali. Un sistema di turismo religioso e di valorizzazione dei beni culturali’. L’obiettivo di è quello di proporre un sistema territoriale che promuova, recuperi e valorizzi, attraverso una strategia coordinata e integrata, il patrimonio liturgico, storico, artistico, architettonico, museale, recettivo di una o più Chiese. Azione particolarmente importante per una fruizione turistica, promozionale e pastorale. Le altre tappe previste oltre ad Ancona e Senigallia sono: Bergamo, Cascia, Matera, Roma, Campobasso, Ivrea e Faenza.

News Correlate