TESTMSL

Con ‘Tipico.tips’ si promuove turismo esperienziale a Pesaro e Urbino

‘Tipico.tips’ è la piattaforma digitale che mette in relazione le eccellenze turistiche, culturali e manifatturiere della provincia di Pesaro e Urbino, offrendo al turista vere e proprie esperienze da vivere nel territorio.

Nata dal progetto di Distretto culturale evoluto ‘CreAttività’ messo a punto dalla Provincia di Pesaro e Urbino, la piattaforma sarà operativa da giugno e consentirà a chi arriva nel territorio di iniziare la propria esperienza da qualsiasi dispositivo mobile in cui scaricare l’app e fare un veloce login sui social network.

Grazie al partenariato con Pluriservice, si avranno informazioni su orari, fermate e localizzazione degli autobus. Con un ‘pay with social’ sarà anche possibile usufruire di sconti e coupon, condividendo l’esperienza su facebook, twitter o google+ e diffondendo ancora di più l’immagine del territorio.

“Un aspetto interessante del progetto – evidenzia Daniele Tagliolini, presidente della Provincia – è il coinvolgimento di 14 giovani ‘assegnisti di ricerca’, impegnati per 18 mesi all’interno delle aziende partecipanti per l’innovativa strategia di marketing. Grazie al lavoro e al know how di aziende specializzate nei diversi settori, CreAttività fonderà in un’unica azione cultura, manifattura, turismo, tecnologia e digitale, sotto la regia della Provincia e all’interno del più vasto progetto di distretto culturale evoluto della Regione”.

Sono stati proprio i giovani ‘assegnisti di ricerca’ ad evidenziare le peculiarità della piattaforma, incentrata su una nuova modalità di racconto, proposta e ‘vendita’ del territorio, dove offerta culturale e ospitalità turistica trovano una sintesi nella qualità ed esperienza.

‘Tipico.tips’, infatti, punta sulle esperienze che collegano e promuovono altre esperienze attraverso vantaggi e condivisioni sociali, in uno scenario in cui i fruitori diventano protagonisti attivi. Obiettivo finale del progetto sarà la costituzione di una newco, un’idea imprenditoriale che partner e borsisti potranno esportare in altre situazioni italiane.

News Correlate