domenica, 23 febbraio 2020

Il turismo del futuro è nello spazio: a Grottaglie uno spazioporto nel 2020

L’Italia è in prima fila in Europa per il turismo del futuro, quello che grazie ai voli suborbitali permetterà di ammirare la Terra da quote irraggiungibili dagli attuali aerei. Potrebbe essere possibile entro il 2020 grazie alla realizzazione dello spazioporto di Grottaglie (Taranto), che sta attirando l’interesse di aziende impegnate nel settore, prima fra tutte le Virgin Galactic.
“È un’occasione fantastica per la Puglia, per tutta l’Italia e anche a livello europeo possiamo essere all’avanguardia”, ha detto il sottosegretario ai Trasporti, Michele Dell’Orco, nella conferenza internazionale ‘Grottaglie Spaceport for Europe’ che nell’aeroporto di Grottaglie ha riunito i protagonisti delle istituzioni e della grande industria aerospaziale europea per uno scambio e una condivisione sui piani attuali e futuri per lo spazioporto.
“Le strutture – ha aggiunto il sottosegretario – dovranno essere completate e adeguate e speriamo di essere operativi il prossimo anno. Parliamo di turismo verso lo Spazio, di un chilometraggio sopra i 60 km, anche 100 km, per permettere ai turisti, un domani anche al padre di famiglia se vuole, di fare un viaggio nello Spazio vero e proprio”.
Per il presidente dell’Enac, Nicola Zaccheo, “a Grottaglie il futuro è già iniziato. Dopo essere già diventato aeroporto di riferimento in attività di sperimentazione tecnologica avanzata con i droni, lo spazioporto è una opportunità di sviluppo incredibile”.

News Correlate