martedì, 18 Giugno 2024

Rallenta la crescita degli affitti di lusso nel terzo trimestre del 2024

Secondo il Prime Global Rental Index di Knight Frank, il prezzo degli affitti di lusso ha subito un calo nel terzo trimestre 2024 rispetto agli ultimi tre mesi del 2023.

La crescita media annua degli affitti nelle 15 località prese in esame dal report è stata del 3,7% negli ultimi 12 mesi fino a marzo 2024, dopo il 5,3% registrato nell’ultimo trimestre dello scorso anno. Una flessione del genere non si verificava da quattro anni. Nonostante questi dati poco incoraggianti, il segmento degli affitti di lusso si conferma stabile nell’80% delle località prese in esame dal report e la domanda dei locatari risulta ancora nettamente superiore alla disponibilità immobiliare.

In cima alla classifica del Prime Global Rental Index, Sydney, con la più forte crescita annuale e trimestrale, rispettivamente del 17,3% e del 4,5%. Londra e Auckland si contendono il secondo posto, con una +5,6% a testa, anche se la seconda ha visto gli affitti calare dell’1,1% nell’ultimo trimestre. La recente ascesa di Londra è sotto i riflettori, con il partito laburista all’opposizione che discute della possibilità di introdurre un tetto massimo agli affitti in caso di vittoria alle prossime elezioni generali nel Regno Unito, anche se sembra che ora stia retrocedendo da questa mossa politica.

“Dopo un periodo di crescita sostanziale degli affitti, non sorprende che i politici stiano esplorando soluzioni per contrastare il caro affitti, come dimostrano le discussioni sul tetto massimo degli affitti a Londra. Sebbene il partito laburista stia riconsiderando la propria posizione, il dibattito mostra la pressione che si avverte sul mercato. Nonostante ciò, ci aspettiamo che la crescita degli affitti riprenda la sua traiettoria ascendente nel corso dell’anno, grazie alla domanda sostenuta nelle principali città globali. Il riequilibrio tra domanda e offerta sarà cruciale nel delineare il panorama degli affitti in futuro”, ha detto Liam Bailey, capo del Dipartimento di ricerca di Knight Frank a livello globale.

Molte altre città continuano a registrare una crescita dei prezzi degli affitti, come Berlino, Miami, Monaco, Los Angeles e Tokyo, che hanno visto un incremento almeno del 4,5%. Singapore si trova in fondo alla classifica, con un calo del 2,9% nell’ultimo anno: anche se il paese è in crescita economica e ci sono state varie domande di alloggi soprattutto da chi vi si stabilisce per lavoro, in alcuni casi e per alcune fasce di prezzo la richiesta è stata soddisfatta da una maggiore disponibilità di immobili. Nonostante i recenti rallentamenti, le previsioni del Prime Global Rental Index di Knight Frank mostrano in ogni caso che nel 2024 i prezzi degli affitti continueranno ad aumentare nella maggior parte delle città, con la possibilità di riacquistare terreno e superare la tendenza dello scorso anno.

 

News Correlate