domenica, 29 Novembre 2020

Hotels.com: prezzi stabili nel 2011, più convenienti le isole

In alcune città siciliane e sarde consistenti ribassi nelle tariffe alberghiere

Con la tariffa media di 105 euro a notte, l'andamento dei prezzi degli alberghi italiani nella prima metà del 2011 è rimasto sostanzialmente invariato rispetto alla prima metà dello scorso anno. Lo rivela l'ultima indagine di Hotels.com che sottolinea comunque come non manchino profonde variazioni a livello delle singole destinazioni: mentre alcune località turistiche hanno infatti registrato aumenti nei prezzi degli hotel (ad esempio Ravenna +14% e Limone sul Garda +21%), altre si sono rivelate particolarmente convenienti e tra queste spiccano soprattutto le città siciliane e sarde.    
Alghero e Olbia sono le località sarde che hanno subito la più importante diminuzione nei prezzi: la prima ha registrato un calo del 21%, raggiungendo una media di 112 euro a notte, quasi al pari di Olbia (-20%), in cui una camera è arrivata a costare 103 euro a notte. Prezzi in calo anche in Sicilia, dove, in particolare ad Agrigento e Giardini-Naxos, i prezzi degli hotel sono scesi del'11%. Anche altre località siciliane, come Catania e Palermo, si sono rivelate particolarmente a buon mercato. L'unica nota in controtendenza nel 2011 è Taormina che, con 140 euro per camera a notte, si è dimostrata una destinazione molto popolare e ha visto i prezzi aumentare del 6%.

News Correlate